Stipendi manager sanità, premio produttività per Rinaldi e Saltari

La Regione ha riconosciuto ai direttori generali di S. Anna e Asl la quota di incentivi per il 2010. Per loro un consistente aumento del reddito. L’ente tira le orecchie all’ex dirigente Foglietta e gli ‘taglia’ la cospicua maggiorazione

    Tutti premiati, tranne due. Secondo la Regione Emilia Romagna, informa l’agenzia Dire, nel 2010 sono stati ottenuti ottimi risultati sul fronte della gestione della spesa e dell’attività sanitaria. Per questo motivo l’ente ha riconosciuto a tutti i direttori generali delle Asl e dei policlinici emiliano-romagnoli il premio di produttività per aver raggiunto gli obiettivi assegnati dalla programmazione sanitaria. In media, calcola l’agenzia, si parla di circa 25.000 euro lordi in più per ogni direttore e per l’intero anno. La Regione ha applicato ad ogni premio una riduzione del 15%, per «rafforzare nella popolazione l’immagine di una classe dirigente consapevole del proprio ruolo e che concorra a dare senso al concetto di equità». Tutti hanno avuto il massimo del premio (il 19% del trattamento economico complessivo percepito nel 2010), tranne l’ormai ex direttore del policlinico di Modena, Stefano Cencetti (per lui il premio si è fermato al 17% dello stipendio), e l’ex direttore dell’Asl di Ferrara, oggi presidente di Cup2000, Fosco Foglietta (15%). C’è da dire che nel 2010 a Ferrara c’è stato il passaggio delle consegne fra i direttori Riccardo Baldi (S. Anna) e Fosco Foglietta (Asl) e i colleghi Gabriele Rinaldi (S. Anna) e Paolo Saltari (Asl). Questi ultimi - è presumibile - saranno stati premiati per la rispettiva quota di reddito (da ottobre a fine anno) con un importo, anche questo presumibile, di 5-6mila euro lordi. A queste cifre sono ovviamente da aggiungere i compensi per gli incarichi precedenti. Nel 2010 il trasloco del S. Anna a Cona era ancora lontano, ma un anno dopo - il 3 novembre del 2011 - fu sospeso proprio il giorno dell’avvio dell’operazione. Rinaldi l’ha fissato per l’8 maggio 2012. Per quanto riguarda i rilievi fatti dall’Emilia Romagna, l’agenzia Dire spiega che nell’Asl la Regione ha rilevato nel 2010 «difficoltà al pieno rispetto del vincolo di bilancio»: l’equilibrio è stato raggiunto solo dopo il «riconoscimento a livello regionale delle eccedenze di spesa». Problemi anche nella distribuzione diretta dei farmaci, su cui serve «maggiore attenzione», e ci sono «margini di ulteriore miglioramento nel settore del controllo legionellosi e nei programmi di promozione della salute». Per Foglietta il premio netto per i tre quarti dell’anno 2010 dovrebbe essere ’inferiore’, ha dichiarato il manager, ai 10mila euro (più o meno doppio il valore lordo).

    28 aprile 2012

    Lascia un commento

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ