Menu

La droga da spacciare era nel calzino

Un etto di cocaina infilato in un calzino e nascosto nello stanzino condominiale dei contatori Enel. Mike Oleabhiele, nigeriano di 23 anni ancora sconosciuto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dalla polizia

Un etto di cocaina infilato in un calzino e nascosto nello stanzino condominiale dei contatori Enel. Evitare di tenere la droga in casa però non è servito: Mike Oleabhiele, nigeriano di 23 anni ancora sconosciuto alle forze dell'ordine, è stato arrestato dalla squadra mobile.

La cocaina era già suddivisa in otto ovuli, una disponibilità di 'polvere bianca' che aveva reso Mike uno degli spacciatori più ricercati dai tossicodipendenti nella zona di via Barlaam. Proprio il continuo andirivieni di giovani e meno giovani nei dintorni aveva fatto nascere qualche sospetto tra i residenti della zona, che avevano segnalato il fatto alla questura.
Da qui la predisposizione di diversi servizi di controllo da parte degli uomini dell'Antidroga della squadra mobile, e gli appostamenti avevano diretto l'attenzione su una palazzina di via Baarlam e su un appartamento in particolare, quello occupato dal giovane che in seguito ha dichiarato ai poliziotti di chiamarsi Mike Oleabhiele. Un'identità che dovrà comunque essere verificata: il giovane non aveva documenti, è clandestino e risulta senza precedenti.

Gli ispettori della mobile però hanno preferito osservare gli spostamenti dell'inquilino sospetto, anziché procedere subito a una perquisizione domiciliare. Da tempo gli spacciatori, per sfuggire ai controlli, evitano di tenere stupefacenti in casa e ricorrono ai più fantasiosi nascondigli. Quello scelto da Mike era il gabbiotto condominiale che contiene i contatori della luce. Il giovane giovedì è stato visto uscire dallo stanzino, guardandosi intorno per controllare di non essere osservato. Ma ad aspettarlo c'erano i poliziotti, e il suo tentativo di fuga è stato bloccato sul nascere. Nello stanzino è stato scoperto il suo 'tesoro' di cocaina conservato in un calzino rosa. La parte mancante del paio, a ulteriore conferma, è stata trovata in casa insieme a cinque cellulari e a un coltello a serramanico. Il giovane è stato perciò arrestato in flagranza per detenzione di droga ai fini di spaccio. L'arresto è già stato convalidato.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro