Quotidiani locali

Cona, il direttore Rinaldi: il rinvio del trasloco costato due milioni

Il manager parla dei costi del nuovo ospedale: l'Open Day  importante, ma c'è ancora da lavorare

Quanto è costato l’ospedale di Cona? «301 milioni di euro», risponde il direttore Gabriele Rinaldi. E il mancato trasloco di novembre? «Ci sono da aggiungere altri 2 milioni». L’amministrazione del S. Anna sta ancora chiudendo i conti, ma «la sostanza è questa», dice Rinaldi. Per il direttore generale il bilancio dell’Open Day è stato «positivo. Ringrazio i cittadini che sono accorsi numerosi, ma anche le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e le 52 persone che hanno assistito il pubblico. Ora lavoriamo sul trasloco e c’è ancora tanto da fare». I contratti del servizi non sanitari, prosegue, partiranno «in regime transitorio. Quando diventeranno definitivi? Guardate cosa è successo a Baggiovara», osserva il manager, dove si tratta ancora dopo 4-5 anni. Il trasloco intanto, spiegano lo stesso Rinaldi e il direttore sanitario Andrea Gardini, potrebbe essere compresso nei tempi. «Entro il 18 giugno», precisa Rinaldi. La responsabile del 118, Adelina Ricciardelli, annuncia che «nel periodo del trasloco saranno aumentati i mezzi e il personale di soccorso (compreso l’uso dell’elicottero); per le zone di confine con Bologna e Ravenna, saranno attivati ospedali di quelle provincie.

Enrico Franceschi (Uil-Fpl) sottolinea che l’ospedale è stato costruito su un progetto vecchio, è grande e dispersivo e porterà all’«annichilimento» della rete ospedaliera provinciale. Per i ferraresi si annunciano «difficoltà umane e costi enormi per tenerlo aperto». Carlo Seganti(Fials) critica «la mancanza di informazione per i dipendenti a una settimana dal trasloco».

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.