Quotidiani locali

Da lunedì stop ai ricoveri in tre reparti di Medicina

In un briefing si deciderà quali pazienti potranno andare a Cona martedì I facchini Coopser al lavoro anche ieri: trasferiti arredi in ambulatori e uffici

«Abbiamo già iniziato ad informare i pazienti, lunedì (domani, ndr) faremo il briefing in cui si deciderà chi va a Cona il giorno 8 e chi invece resta qui», spiega il prof. Roberto Manfredini, direttore della Clinica medica, uno dei tre reparti apripista del maxi-trasloco che nel giro di un paio di mesi farà cambiare sede all’ospedale S. Anna. Un’operazione da una volta al secolo, dicono gli addetti ai lavori, che metterà sotto pressione l’intera macchina della sanità provinciale, e non solo. I pazienti della Clinica medica saranno i primi a raggiungere, intorno alle 8.30 di martedì, le stanze a due letti dell’ospedale di Cona, assieme alla degenza ricoverata in Medicina Interna Universitaria e in Medicina Interna Ospedaliera. Già domani saranno bloccati i ricoveri nei tre reparti del dipartimento medico, ma si tratta di una sospensione breve: già da mercoledì il flusso dei pazienti sarà ripristinato a Cona proprio mentre le porte del nuovo ospedale si apriranno per accogliere la degenza di Geriatria, Gastroenterologia/Ortogeriatria e Malattie infettive. L’ultima unità operativa (Medicina Interna Ospedaliera 2, ex Medicina ad Alta Rotazione) si trasferirà giovedì e nei giorni precedenti agirà da reparto-contenitore: lì si concentreranno i pazienti dell’unità operativa e quelli che non potranno essere trasportati a Cona per motivi che saranno minuziosamente accertati dai sanitari. Già da oggi, comunque, il flusso degli ammalati da mettere a letto dovrebbe iniziare a ridursi, per azzerarsi completamente domani in tutti e tre reparti che cambieranno sede martedì 8. Al S. Anna i camion e i facchini della Coopser, la società cui è stato affidato l’appalto della logistica, stanno lavorando assiduamente per trasportare a Cona tutti gli arredi e il materiale di ufficio.

Il trasloco, al S. Anna, di fatto è già iniziato il 2 maggio scorso: in questi giorni si sono svuotati molti uffici del dipartimento medico e scrivanie, sedie e altro materiale d’arredo hanno preso la strada per Cona. Ieri, spiegavano alcuni addetti della società, il lavoro è stato completato in Malattie Infettive, Medicina ospedaliera e Geriatria.

Come è avvenuto nei giorni scorsi le squadre hanno prelevato quanto messo a disposizione nelle unità operative e riempito i cassoni dei camion. Un lavoro agevolato da infermieri e medici, caposala compresi, che hanno fatto le ore piccole per chiudere i cartoni e predisporre il materiale da consegnare ai facchini. A Cona il via vai dei camion negli ultimi giorni è stato continuo. Uffici e ambulatori dei reparti da trasferire questa settimana sono arredati e al completo; venerdì si è svolto un incontro tecnico in loco per visionare gli ambienti e compiere un’ultima verifica. Martedì saranno tre i negozi aperti nel nuovo S. Anna: edicola, bar del piano terra e parafarmacia. In edicola si potranno acquistare i biglietti del bus, validi anche per la corsa del treno. Dopo il 20 maggio dovrebbe aprire il bar-tavola calda del primo piano, gestito dalla Cir. (gi.ca.)


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.