Quotidiani locali

TERREMOTO | Sedici morti, dodici dispersi
Mappa Twitter  Nelle terre colpite dalle scosse

A distanza di pochi giorni dal terremoto del 20 maggio, una nuova scossa di magnitudo 5,8 con epicentro Medolla alle 9.07 ha seminato di nuovo la paura nel nord Italia. A questa prima devastante scossa ne sono seguite due forti: alle 12,56 (magnitudo 5,3) e alle 13,01 (magnitudo 5,1). Il bilancio provvisorio è di almeno 16 morti e 12 dispersi nel modenese. Si segnalano ulteriori crolli nelle zone già interessate dal fenomeno domenica 20 maggio. La situazione a Reggio , a Modena e a Mantova

21.33 Salgono a 16 i morti accertati

19.11 Verifiche statiche all'ospedale S. Anna. Sono in corso all'ospedale S. Anna di Ferrara verifiche statiche dopo le ultime scosse. E' stato chiuso definitivamente il Servizio Diagnosi e Cura: pazienti trasferiti a cura dell'Asl.

19.10 64 interventi del 118. La Centrale operativa 118 dalle 9.02 alle 15 ha svolto 64 servizi, 29 nell'area dell'Alto ferrarese, la più colpita dal terremoto. Una donna con trauma cranico a Cento (ore 9.05) è stata portata al Maggiore di Bologna. è grave. Una seconda donna si è fratturata il femore, sempre a Cento ed è stata indirizzata al Rizzoli di Bologna. Quattro le ambulanze supplementari utilizzate

18.40 Chiusi due centri commerciali. Sono stati chiusi a Ferrara nel pomeriggio due centro commerciali: Interspar e Le Mura

18.20 Errani e Gabrielli a Cento. Annunciato l'arrivo alle 19 a Cento del presidente dell'Emilia Romagna Vasco Errani e del capo della protezione civile Franco Gabrielli.

17.52 Tribunale chiuso. Il tribunale di Ferrara rimane chiuso nel pomeriggio, riaprirà domani mattina.

17.47 Sale a dodici il numero dei dispersi

17.43 Oltre cento scosse. Da mezzanotte oltre cento scosse di terremoto in Pianura Padana

17.35 Numeri dei Centri operativi comunali Per richiedere un accertamento statico sull'abitazione i cittadini possono telefonare ai seguenti recapiti:
Centro operativo comunale (CoC) S. Agostino 0532/688500
Coc Mirabello 0532/847384
Coc Cento 800375515
Coc Poggio Renatico 0532/821151
Coc Vigarano Mainarda 0532/436926
Coc Bondeno 0532/898271
Coc Ferrara 0532/771585, 0532/771546.

16.55 Catricalà: 15 morti, 7 dispersi. Lunedì lutto nazionale Sono sette i dispersi in Emilia dopo la nuova scossa di terremoto che si è abbattuta nella zona. A dirlo il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Antonio Catricalà in un’informativa in Senato. Il Governo a decretato per lunedì prossimo il lutto nazionale.

15.55 Conto per fondi terremoto. Dalle 19 di questa sera sarà attivo il numero 45500 per offrire un contributo pro-vittime del terremoto. Si possono inviare messaggi o chiamare da telefonia fissa e donare 2 euro. Lo rende noto il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli.

15.55 La presidente della Provincia: "Interruzione anticipata del calendario scolastico Tutti i sindaci dei 26 Comuni della provincia di Ferrara stanno emettendo ordinanze per la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado presenti nei rispettivi territori per i prossimi tre giorni. Intanto la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, chiede all'Ufficio scolastico regionale la chiusura anticipata del calendario scolastico o, in alternativa, la possibilità per i sindaci di poter decidere in autonomia sulle singole situazioni, senza incorrere in conseguenze. Resta ferma la volontà di garantire il regolare svolgimento degli esami di Stato.

15.02. Sale a 15 il numero delle vittime. Al momento sono 15 le vittime accertate del terremoto che ha colpito l'Emilia Romagna. Il dato è stato comunicato al capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, che si trova nel modenese per coordinare i soccorsi, dal 118.

14.19. Sale a 13 il numero delle vittime. È di 13 morti, ma ci sarebbero ancora alcuni feriti, il bilancio del sisma. Al momento è in corso a Marzaglia, al centro unificato di protezione civile, una riunione alla quale partecipano anche il capo del Dipartimento della protezione civile e il presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani.

14.02 Due feriti a Ferrara e provincia Le scosse sismiche hanno fatto almeno un ferito grave a Cento, trasferito all'Ospedale Maggiore di Bologna. Un altro ferito meno grave, una donna con una frattura del femore, è stata portata all'Ospedale Rizzoli di Bologna

13.40. Scuole chiuse. La Provincia avvisa che tutte le scuole di ogni ordine e grado sono chiuse fino a venerdì.

13.01 Altra scossa (magnitudo 5.1). Finora sono state registrate circa 60 scosse.

12.56 Nuova forte scossa (magnitudo 5.3)

12.40. Via da ortopedia. All'ospedale di Cento reparto di ortopedia evacuato per la presenza di crepe

12.24 Dieci morti. Sale a dieci il numero delle vittime accertate ma è un bilancio provvisorio.

12.27. Riaprono le ferrovie. Riaperto il traffico ferroviario.

12.26. Annata chiuso. Scuole chiuse fino alla fine dell'anno scolastico a Cento. A Ferrara si è reso necessario chiudere nuovamente il percorso di visita del Castello Estense per motivi precauzionali.Prima della riapertura ai visitatori, dovrà concludersi un’ulteriore verifica dello stato di sicurezza degli affreschi e delle strutture portanti dell’intero percorso. Al momento non è possibile dare una data certa della prossima apertura.

11:46 Nove morti. Una donna è morta a Cavezzo, sepolta dalle macerie del Mobilificio Malavasi. Ci sarebbero anche dei feriti. Le vittime del sisma sono così salite a 9.

11.32. Otto vittime.  I morti accertati nella Bassa Modenese sono otto

11.12. Danni a Cento. Registrati danni al teatro Borgatti, Porta Pieve e alla chiesa di S. Rocco.

11.01. Scuole chiuse. A Ferrara città chiusura per le scuole fino a giovedì. Il Comune prima vuole controllarle-

10.52. Lezioni all'aperto. In qualche scuola si continua a fare lezione all'aperto. In Questura si sono aperte nuove crepe. All'Università sono continuati all'aperto gli esami in corso, gli altri in programma sono saltati

10.35. Fuori dai market. A Ferrara sgombrata l'Ipercoop Il castello chiusa per un'ora e mezza poi riaperta, a Cento gente in fuga dal centro commerciale

10.31. Panico al mercato. Momenti di paura al mercato di Bondeno nel momento della scossa

10.30 Stop ai treni. Sospeso il traffico ferroviario in seguito al sisma di questa mattina.

10.29. Nuovi crolli. A Poggio Renatico danni nella chiesa.

10.00. Terremoto senza fine. La sequenza registrata dall'Ingv: alle 9 magnitudo 5.8; alle 9.07 4; alle 9.13 3.6; alle 9.30 3.2; alle 9.38 3.1; alle 9.39 2.9

9.44. Scuole evacuate. Tutti fuori anche a Migliarino

9.40. Ancora paura. Nuova forte scossa di terremoto, al momento valutata tra magnitudo 5.8, l’epicento sarebbe nel Modenese a Medolla. E’ la scossa più forte registrata dopo il sisma del 20 maggio.

Avvertita in tutta Italia, a Ferrara città ha fatto scendere quasi tutti in strada, nelle scuole bambini e ragazzi sono stati portati subito all’esterno.

Nelle zone già interessate dal sisam di domenica scorsa si sarebbero verificati nuovi crolli, difficili anche le comunicazioni telefoniche.


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana