Quotidiani locali

TERREMOTO. Diciassette morti nel Modenese. A Cento devastato il centro Mappa Twitter  Nelle terre colpite dalle scosse Il memoriale delle vittime

Sono state 41 le scosse di terremoto registrate durante la notte nella zona dell'Emilia Romagna colpita in dieci giorni da due violenti sismi di magnitudo 5.9 e 5.8, che hanno causato un totale di 24 morti e circa 14.000 sfollati.

Ore 17.19. Cento, l'anno scolastico e finito. Le scuole di ogni ordine e grado del Comune di Cento non riapriranno più fino alla fine dell'anno scolastico.

Ore 17.14 Domani riaprono molte sedi culturali. Dopo la chiusura resasi necessaria per le opportune verifiche tecniche riaprono al pubblico da domani, giovedì 31 maggio, con i consueti orari e modalità il PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea (che ospita la mostra della XV Biennale Donna “Violence. L’arte interpreta la violenza”), il Museo di Storia Naturale, il Museo del Risorgimento e della Resistenza, Casa Ludovico Ariosto e il Museo Riminaldi presso Palazzo Bonacossi.
Per informazioni su orari e ubicazioni: www.artecultura.fe.it

Ore 17.04 A Ferrara scuole chiuse anche il 1° giugno. Il Sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani - dopo l'incontro di verifica con l'assessore Modonesi - a seguito delle indicazioni date dal  Vice Direttore Generale dell' Ufficio Scolastico Regionale e dall'Assessore Regionale Scuola e Formazione  ha deciso che i bambini e i ragazzi delle scuole della città debbano rimanere a casa anche nella giornata del 1° Giugno 2012.
Domani, a seguito dell'ncontro di servizio con tutti i dirigenti scolastici relativamente l'agibilità degli edifici dopo la scossa tellurica del 29 maggio, sarà firmata e divulgata l'ordinanza che dovrà indicare se per la giornata di venerdi è prevista la chiusura o la sospensione delle attività scolastiche.
Nell'ordinanza saranno indicate anche le scuole agibili già da lunedi 4 giugno, tenuto conto che la giornata di sabato 2 giugno è festiva.

Ore 16.46 Rimosse le decorazioni della "Prospettiva". Per motivi di sicurezza sono state rimosse le decorazioni marmoree che ornano la celeberrima "Prospettiva" ferrarese di corso Giovecca

Ore 16.04 Sorolla chiude in anticipo La mostra dedicata a Joaquin Sorolla, che doveva restare aperta fino a domenica 17, rimarrà chiusa e non riaprirà più. Le opere saranno smantellate e restituire ai prestatori spagnoli che seguono con apprensione l'evolversi delle scosse e le loro conseguenze

Ore 15.55 L'Ugl apre un conto corrente pro terremotati  La segreteria generale dell’Ugl ha deciso di dare il via ad una raccolta fondi per dare un contributo concreto alle popolazioni dell’Emilia Romagna duramente colpite dalla terribile ondata di terremoti. I versamenti potranno essere effettuati tramite bonifico bancario in qualsiasi ufficio postale o istituto di credito utilizzando le seguenti coordinate: IBAN:  IT83H0103003204000001800722 Causale: UGL raccolta fondi pro terremoto Emilia Romagna

Ore 15.15 La raccolta della Pro Loco per San Carlo. La Pro Loco di Ferrara ha attivato per i terremotati una raccolta di bottigliette d'acqua 500 (mezzo litro), sapone liquido e salviette per l'igiene. La raccolta si effettua all'Oratorio dell'Annunziata in Borgo di Sotto 47 dalle ore 16 alle ore 20 di oggi e dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 20 domani. La raccolta verrà consegnata direttamente al campo di San Carlo con cui l'associazione è in contatto diretto. Mancano anche le posate di plastica, quelle imbustate con forchetta, coltello, cucchiaio e tovagliolo, bisogna consegnarle già confezionate tra loro, anche legate da un elastico.

Ore 13.11 4000 ordini di parmigiano "terremotato". Nel punto vendita della Coldiretti in via Canapa a Ferrara si stanno sbrigando gli ordini di acquisto di formaggio parmigiano doc prodotto da un'azienda terremotata. Finora ci sono stati circa 4000 ordini. Il formaggio (stagionatura 24 mesi) è venduto a pezzi da un chilo a 15 euro al chilo. Info: 347 216858

Ore 12.40 Aperto un conto corrente dai Comuni aquilani Il sindaco di Villa S.Angelo, Pierluigi Biondi ha dato vita a una iniziativa concreta per l'Emilia-Romagna lanciata dai Comuni del cratere aquilano cioè l'apertura di  un conto corrente destinato all'aiuto delle popolazioni colpite dai terremoti del 20 e del 29
maggio. La Carispaq ha consentito l'apertura di un conto corrente senza spese. L'IBAN è  il seguente:
IT93P0604040770000000192994

Ore 12.35 Riaperta la Virgiliana Con la demolizione della sommità della ciminiera dell’antica fabbrica di pomodori a Bondeno, è giunto dai Vigili del Fuoco il via libera per la riapertura al traffico della Sp 69 Virgiliana. La strada, di proprietà della Provincia, era stata chiusa perché il sisma di domenica 20 maggio aveva causato seri danni alla ciminiera che si trova in prossimità della carreggiata stradale, rappresentando quindi un serio pericolo per la circolazione stradale. Ora., dopo le operazioni di demolizione, è stato dunque riaperto al traffico, sia leggero che pesante, il tratto di Virgiliana compreso nell’intersezione tra la Sp 9 e Ponte Rana.

Ore 12.30 Contributi a fondo perduto per la ricostruzione. Concessione di contributi a fondo perduto per la ricostruzione, individuazione di misure per la ripresa dell'attività  economica, delocalizzazione facilitata delle imprese produttive. Queste alcune delle misure per l'emergenza sisma in Emilia previste da un decreto legge varato oggi dal Cdm. I contributi saranno destinati alla ricostruzione e riparazione delle abitazioni danneggiate dal sisma, la ricostruzione e la messa in funzione dei servizi pubblici (in particolare le scuole),  gli indennizzi alle imprese e gli interventi su beni artistici e culturali; l'individuazione di misure per la ripresa dell'attività  economica. In particolare sono previsti un credito agevolato su fondo di rotazione CDP e sul fondo di garanzia MedioCredito Centrale; la delocalizzazione facilitata delle imprese
produttive nei territori colpiti dal terremoto.

Ore 12.28 Deroga al Patto di stabilità ll  governo ha previsto, per decreto, la deroga del Patto di stabilità, entro un limite definito per i Comuni, delle spese per la ricostruzione. 

Ore 12.26 Aumento accise di 2 cent A copertura degli interventi previsti a seguito del sisma in Emilia è stato deciso l'aumento di 2 centesimi dell'accisa sui carburanti per autotrasporto così  come l'utilizzo di fondi resi disponibili dalla spending review.Lo si legge in una nota di Palazzo Chigi.

Ore 12.25 Rinvio dei versamenti  fiscali. Il cdm, sull'emergenza terremoto, ha varato un decreto ministeriale di rinvio dei versamenti fiscali e contributi a settembre.

Ore 12.10 Deciso l'aumento delle accise benzina Il Consiglio dei ministri ha approvato l'aumento delle accise sulla benzina per recuperare fondi a favore dei terremotati

Ore 11.43 Agricoltura, arrivano i camper della solidarietà. Camper attrezzati si stanno organizzando in soccorso degli agricoltori emiliani colpiti dal devastante sisma. L’iniziativa è stata promossa dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori che, attraverso le proprie strutture sul territorio, metterà a disposizione delle zone colpite dal terremoto tutti gli aiuti possibili, generi di conforto, tecnici e solidaristici, per dare le prime concrete risposte alle tante aziende agricole che vivono una drammatica emergenza .
I camper “verdi” della Cia si trasformeranno così in veri centri di accoglienza e di supporto per gli agricoltori, i quali potranno rivolgersi al personale della Confederazione per tutte le varie necessità.
Si stanno allestendo -afferma la Cia- strutture realmente efficaci in grado di sostenere, in questi momenti difficili, i molti agricoltori che in pochi secondi hanno visto devastare la loro vita e distruggere l’attività imprenditoriale.

Ore 11.30 Sale a 17 il numero dei morti

Ore 11.30 Coldiretti: danni per 500 milioni. Dai caseifici agli stabilimenti di lavorazione della frutta, dalla cantine alle acetaie di invecchiamento dell’aceto balsamico fino ai magazzini di stagionatura del Parmigiano Reggiano, ma anche case rurali, stalle, fienili, macchinari distrutti e animali morti per un totale di 500 milioni di danni sono stati provocati dal terremoto tra le province di Modena, Ferrara, Mantova e Bologna, ma anche tra Rovigo e Reggio Emilia. E’ questo il primo bilancio stilato da Coldiretti sugli effetti del terremoto sul distretto agroalimentare italiano dove si produce oltre il 10 per cento del Pil agricolo e dal quale partono verso l’Italia ed il resto del mondo le più prestigiose produzioni agroalimentari nazionali, dal Parmigiano Reggiano all’aceto balsamico di Modena, dal prosciutto di Parma fino al Lambrusco.

Ore 11.00 Cento: altri 400 posti al Palazzetto dello Sport. La Protezione civile è al lavoro a Cento per allesture un altro centro di accoglienza da 400 posti al Palazzetto. Le operazioni dovrebbero concludersi entro la mattinata

Ore 10.55. Devastata la Collegiata. Gravi danni anche all'interno Collegiata di Santa Maria Maggiore a Pieve di Cento  dove è crollata la cupola. Preoccupazione per la Pala di Guido Reni dell'abside e una tela cinquecentesca con una tela cinquecentesca con l'Assunzione di Lavinia Fontana. FOTO

pieve

 

Ore 10.28. A Cento prima notte per 1400 sfollati. Sono state 1.400 le persone che, in attesa di verifiche alla propria abitazione ma soprattutto per paura, hanno trascorso la notte nelle struttre di accoglienza allestite nel territorio.Le richieste però stanno aumentando, come dimostra la fila davanti alla "Pandurera", uno dei centro di accoglienza dove sono stati trasferiti anche gli uffici comunali. Oggi, fanno sapere dal Comune, verranno serviti 2000 pasti caldi.

coda

Ore 10.14. Gli albergatori in Prefettura. E' in corso un incontro in Prefettura con la Federazione degli albergatori per concordare un piano di aiuti per gli sfollati

10.00 Case inagibili, confermati i contributi. La Protezione Civile ha confermato, anche per il sisma del 29 maggio, gli stessi aiuti disposti per i terremotati del 20 maggio la cui casa era stata dichiarata inagibile o sgomberata d'autorità.. Per l'autonoma sistemazione viene concesso un massimo di 600 euro mensili (e comunque nel limite di 100 euro per ogni componente della famiglia). Per famiglie con una sola persona, il contributo stabilito è di 200 euro. In presenza di persone sopra i 65 anni, portatori di handicap o disabili con invalidità superiore al 67% il contributo è stabilito in 200 euro.

8.30 Notte di paura. Sono state 41 le scosse di terremoto registrate durante la notte nella zona dell'Emilia Romagna colpita in dieci giorni da due violenti sismi di magnitudo 5.9 e 5.8, che hanno causato un totale di 23 morti, un disperso e circa 14.000 sfollati. Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), delle scosse registrate dalla mezzanotte alle 5:15 di oggi la più forte è stata alle 3:54, con magnitudo 3.4 ed epicentro in prossimità dei comuni modenesi di Camposanto, Cavezzo, Medolla, Mirandola e San Felice sul Panaro e di quello mantovano di San Giovanni del Dosso


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana