Quotidiani locali

sentenza dopo la sospensiva dell’anno scorso

Il Tar riabilita i circhi con animali

Vittoria di Moira Orfei su Comune e Regione: divieti illegittimi

Bocciate anche nel merito da parte del Tar le limitazioni all’impiego di animali nei circhi che piantano le tende in città. Vittoria completa di Moira Orfei su Comune di Ferrara e Regione, che dopo la sospensiva dell’autunno scorso e il conseguente ritorno con tigri ed elefanti in città, ha ora ottenuto dal Tribunale amministrativo regionale una doppia sentenza favorevole. Su istanza della società Sensazioni srl, che gestisce appunto l’attività del più famoso circo italiano, la Seconda sezione presieduta da Giancarlo Mozzarelli ha infatti censurato, con sentenza del 4 luglio, l’ordinanza del sindaco del 24 dicembre 2010, che vietava l’attendamento di circhi con primati, delfini, lupi, orsi, grandi felini, foche, elefanti, rinoceronti, ippopotami, giraffe e rapaci. Il motivo principale è che la legge del 18 marzo 1968 «riconosce espressamente la funzione sociale dei circhi equestri e ne sostiene il consolidamento e sviluppo, stabilendo l’obbligo, per le amministrazioni comunali, d’individuare adeguati spazi» per le loro attività. Il Tar, inoltre, sancisce che «non esiste una norma legislativa che attribuisca allo stesso (ente locale) il potere di fissare in via preventiva e generalizzata il divieto assoluto di uso degli animali in spettacoli, ed anzi un simile intervento si pone in palese contrasto con la legge 337 del 1968». Viene poi ribadito che l’ordinanza del sindaco deve intervenire «riguardo a situazioni di natura eccezionale ed imprevedibile, alle quali sia impossibile fare fronte con gli strumenti ordinari apprestati dall’ordinamento»: quella dei circhi non ha queste caratteristiche e viene considerata «illegittima».

Non viene in aiuto al Comune la deliberazione 2007 della giunta regionale, richiamata dall’ordinanza, che «raccomanda che nell’ambito dell’attività circense in futuro non vengono più detenute le specie in via di estinzione o il cui modello gestionale non è compatibile con la detenzione in una struttura mobile». Secondo il Tar questa è una «mera disposizione programmatica, soggetta ad eventuale futura applicazione che, allo stato, certamente non impone nè tantomeno faculta i Comuni» a vietare circhi.

Il risultato è che l’ordinanza è annullata e bollate come illegittima il divieto di autorizzazione veterinaria temporanea al circo. (s.c.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
e porta il cinema a casa tua!3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

^M