Quotidiani locali

Benzina, la rivoluzione nei week-end

E’ cambiata la mappa della convenienza, ribassi delle grandi compagnie nel fine settimana ma gli aumenti restano

«La benzina in questi mesi è calata» si sente spesso dire in giro. Ma questa affermazione a Ferrara è vera fino a un certo punto. Ecco allora la prova tangibile di come sono cambiati i prezzi dall’inizio dell’anno dei carburanti in alcuni distributori strategici in città. Abbiamo ripetuto ieri lo stesso giro tra i punti di rifornimento effettuato lo scorso 8 gennaio e ci sono molte sorprese e si può affermare che la mappa della convenienza è leggermente cambiata e che soprattutto non è vero per tutti che la benzina verde e il carburante per motori diesel siano calati dall’inizio del 2012, dopo un anno di grandissimi aumenti.

Per prima cosa bisogna segnalare che la crisi economica e la continua crescita del prezzo dei carburanti ha fatto diminuire i consumi di benzina e gpl. Riduzione che ha costretto molte grosse compagnie petrolifere ad ingaggiare una guerra a base di ribassi specie nel week end. Ecco allora che molti automobilisti fanno il pieno proprio nel fine settimana per risparmiare. Dalla rilevazione arrivano sorprese. Il distributore più conveniente - sarà contento il testimonial Rocco Papaleo - è l’Eni di via Ravenna davanti alla Esso di via Wagner che risale molte posizioni, stessi prezzi con la differenza solo di un centesimo in più per il carburante dei diesel applica la Total di via Wagner, mentre al quarto posto si piazza l’Eni/Agip di via Foro Boario anche qui con la promozione del week-end. In questi casi il prezzo dei carburanti è sceso rispetto all’inizio dell’anno. Più normale l’andamento delle compagnie indipendenti che fino a maggio erano decisamente le più convenienti in città e si difendono molto bene nei giorni feriali. Quinto posto per la Conad di via Eridano, anch’essa con un prezzo speciale nel fine settimana. Solo sesto Bertelli di viale Po e scende in settima posizione Oil Italia di via Modena, tra i più convenienti nei mesi scorsi. Scende qualche posizione la Total di via Caretti anche se il distributore applica la formula dei punti che offrono poi sconti di benzina. In coda c’è da registrare un cambio nella maglia nera. Dopo tanti anni la Q8 di via Comacchio non ha più la benzina più cara, che rimane sotto l’1,8, mentre l’Ip di via Copparo ha registrato l’aumento più consistente di prezzo passando da 1,628 di inizio 2012 agli attuali 1,825. Anche se al venerdì e al sabato si applica uno sconto di 16 centesimi. Si risparmia ovviamente anche con la pratica del self service. Un esempio per tutti lo fornisce la Shell di via Foro Boario. Qui la benzina costa 1,730 con il fai da te, mentre con il servizio del benzinaio sale a 1,821 euro al litro. Ultima nota di servizio: l’impianto Eni all’inizio di via Ravenna è chiuso ed è alla ricerca di un gestore.


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. Il primo mese è gratis.

Abbonati Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana