Quotidiani locali

Sisma, Sgarbi denuncia tutti per la demolizione del municipio

Nel mirino del critico d’arte gli amministratori di Sant’Agostino, il questore di Ferrara e gli addetti alla demolizione: «Hanno violato le prescrizioni del ministero»

Vittorio Sgarbi ha mantenuto la parola e la demolizione del municipio di Sant’Agostino finirà in tribunale. Il critico d’arte ha infatti dato mandato all’avvocato Giampaolo Cicconi di presentare denuncia contro il sindaco e la giunta di Sant’Agostino, il questore di Ferrara e gli operatori addetti alla demolizione. Secondo Sgarbi, avrebbero violato le prescrizioni del direttore regionale del Ministero per i Beni Culturali, Carla Di Francesco, che condizionava la demolizione alla salvaguardia degli elementi architettonici e decorativi. «È ridicolo che, invece di affreschi e decorazioni, si sia provveduto a salvare - sostiene Sgarbi - un modestissimo lampadario moderno di Murano donato da Italo Balbo. Una vera beffa ai danni del patrimonio artistico». Resta della sua opinione, invece, Filippo Marvelli, assessore ai Lavori Pubblici di Sant’Agostino: «Nessuno nega l’importanza di quei dipinti, a cui i cittadini erano molto legati, ma dal punto di vista artistico - dice - non avevano un valore inestimabile».


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. Il primo mese è gratis.

Abbonati Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana