Quotidiani locali

Campanili okay: si torna a casa

A Bondeno continuano lavori e progetti. Attesa per la Rocca: speriamo nel sostegno delle banche

BONDENO. L’amministrazione comunale, perennemente impegnata sul fronte terremoto, continua ad incontrare gli abitanti delle frazioni in appuntamenti informativi per spiegare passo per passo l’iter che si sta seguendo per la ricostruzione. Non sono solo “chiacchiere e distintivo” però quelle messe in atto dai politici locali perché gli interventi proseguono costantemente; anche in periodi vacanzieri come questi. «Siamo lieti di aver terminato le operazioni di messa in sicurezza di tutti i campanili danneggiati su territorio comunale - comunica Marco Vincenzi, assessore ai lavori pubblici -. L’ultimo, e di certo, anche uno dei più problematici, è stato quello di Borgo San Giovanni; ora tutte le famiglie che, pur avendo la casa perfettamente agibile erano sfollate a causa del “rischio campanile”, possono tornare nelle proprie abitazioni».

Purtroppo non si può estendere il positivo risultato anche alla Rocca di Stellata che sta ancora aspettando che vengano realizzati gli interventi di messa in sicurezza. «Per gli interventi occorrono circa 50mila euro che noi al momento non abbiamo - prosegue l’assessore -. La Regione non si è detta disposta a finanziare i lavori perché l’edificio, non affacciandosi sulla pubblica via, non costituisce un pericolo per la popolazione. Stiamo cercando di chiedere quelle risorse a qualche fondazione bancaria che speriamo ci sostenga. Per quanto riguarda i costi di restauri vero e proprio, al momento, una stima ancora non c’è. Dobbiamo confrontare il nostro progetto con quello della Soprintendenza e capire come muoverci». Nella tabella di marcia, gli interventi che l’amministrazione si è proposta di realizzare a breve termine, e cioè entro l’autunno, ci sono quelli riguardanti il municipio, la palestra, il centro giovani e il centro 2000. Sul medio-lungo periodo, invece, la giunta Fabbri vorrebbe realizzare anche un polo scolastico nuovo e completamente antisismico. «Il milione di euro donatoci dalla Lega Nord durante la visita del segretario federale del partito, Roberto Maroni, materialmente non è ancora arrivato ma ci perverrà a breve e verrà utilizzato, ovviamente, per la ricostruzione». Un’altro punto che Vincenzi ha voluto sottolineare è la messa a norma di tutti gli edifci; sia pubblici sia privati. «E’ necessario, ci vorranno anni e sarà faticoso ma - conclude - siamo una zona sismica e quindi anche gli edifici che sono rimasti illesi devono apportare le dovute modifiche strutturali».(sam.gov.)

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
e porta il cinema a casa tua!3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

^M