Quotidiani locali

SANT’AGOSTINO

Il giorno più atteso La zona rossa viene cancellata

SANT’AGOSTINO. E’ giunto il momento. Ultime ore, ultima notte per la zona rossa di Sant’Agostino che domani, dopo quasi quattro mesi, verrà smantellata; ripristinando così la viabilità. Il centro del...

SANT’AGOSTINO. E’ giunto il momento. Ultime ore, ultima notte per la zona rossa di Sant’Agostino che domani, dopo quasi quattro mesi, verrà smantellata; ripristinando così la viabilità. Il centro del capoluogo, chiuso al traffico dalla mattina del 20 maggio, con il nastro rosso e bianco prima e le transenne vere e proprie poi, tornerà ad essere luogo di passaggio.

I problemi di sicurezza legati ai tre edifici pesantemente danneggiati, sono stati risolti. Il municipio crollato sotto le cariche esplosive, è stata la prima struttura a non costituire più un rischio. Parallelamente si è lavorato per ingabbiare e rinforzare il campanile. Anche la facciata della chiesa necessitava di lavori che sono stati regolarmente svolti e terminati. Le macerie del municipio, tantissime, si stanno trasportando in uno spazio attiguo alla zona artigianale in modo da liberare al più presto la piazza. Ma domani sarà tutto pronto e finalmente il centro del capoluogo tornerà a vivere. «Sono molto contento – afferma il sindaco Toselli -. Abbiamo lavorato tanto per raggiungere questo risultato e sono felice di avercela fatta. Con il supporto e l’aiuto di tutti gli addetti ai lavori siamo riusciti a rispettare i tempi che ci eravamo prefissati». Alle 9 di mattina le transenne verranno messe da parte e macchine, biciclette e pedoni, potranno ricominciare a calpestare quella parte di asfalto che, da circa 13 settimane, è occupata solo da polvere.

«E’ un altro passo verso la normalità» commenta Toselli . Lentamente le zone rosse nel Ferrarese si stanno riducendo e i cittadini tornano a respirare. Chi soffriva di inagibilità indotta e quindi, pur avendo la casa agibile, viveva in un altro spazio a causa del rischio di un edificio pericoloso vicino, torna ad abitare tra le proprie mura. L’orologio del campanile, visibile tra la gabbia che lo imprigiona, è ancora fermo alle 4,04 di quella mattina.

Era ancora buio. Domani invece, alla luce del sole, Toselli potrà dirigere il traffico come quella notte, ma per invitare le persone a passare nuovamente su quei quattrocento metri tornati finalmente sicuri per tutti. (sam.gov.)

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana