Quotidiani locali

Un fondo per sostenere le famiglie delle vittime

Sant’Agostino, è l’idea del sindaco Toselli: ci penso da tempo, noi parteciperemo Questa mattina la prima pietra nella nuova scuola media di Sant’Agostino

SANT'AGOSTINO. Un fondo per sostenere le famiglie che hanno perso i propri cari durante la scossa del 20 maggio. Questa l'idea del sindaco di Sant'Agostino Fabrizio Toselli, Comune nel quale alle 4,04 tre operai morirono a causa dei crolli dei capannoni della Ceramica di Sant'Agostino e della Tecopress di Dosso. «Ci stavo già pensando da tempo - ha spiegato il primo cittadino - da prima che l'Inail erogasse quell'assegno da 1900 euro che ha causato sdegno e polemiche tra l'opinione comune. Apriremo un fondo per le famiglie e come Comune intendiamo stanziare una cifra importante». Il fondo a cui il Comune sta pensando riguarda anche le altre vittime del terremoto, che scomparvero sul territorio comunale, fino a comprendere il volontario della Protezione civile morto in un incidente mentre stava trasferendo un modulo abitativo da Sant'Agostino a San Carlo. «E' giusto raccogliere fondi per il restauro degli edifici e la ricostruzione, ma non dobbiamo dimenticare le persone - continua -. Dopo le risposte deludenti dello Stato e dell'Inail sulla quale - precisa - chiederò chiarimenti, non vogliamo che le famiglie si sentano abbandonate. Come amministrazione ci muoveremo anche insieme ad associazioni e fondazioni per dare un aiuto concreto». Questa mattina verrà poggiata la prima pietra della nuova scuola media di Sant'Agostino sulla quale, conclude Toselli: «al momento dell'inaugurazione verrà affissa una targa in memoria di tutte le persone che sono tragicamente scomparse a causa del terremoto».(s.g.)

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia la Nuova Ferrara
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana