Menu

IL PERSONAGGIO

Il gran ritorno di Ilona Staller

Cicciolina domenica al Budapest Café di Codigoro incontra i fan

Ilona Staller, in arte Cicciolina, domenica alle 18 sarà ospite al Budapest Café di Codigoro. Per un’ora sarà a disposizione di fan e ammiratori per autografi e foto. Notissima a livello internazionale Ilona ha militato in tutti i campi dello spettacolo diventando un’icona del porno e si è cimentata con successo anche nel mondo politico: venne eletta deputato nella X legislatura del Parlamento italiano nel 1987. L’abbiamo contattata per un’intervista.

Come vede la situazione politica in Italia oggi?

«Allucinante. Sono preoccupata perché c’è una grande confusione. Un’altissima percentuale di giovani è pronta ad andare all’estero per lavoro: e questo Paese come farà? Renzi ha promesso un cambiamento e in qualche modo spero mantenga la parola perché ce n’è davvero bisogno».

A fine anni ’80 con i Radicali ha avuto un certo seguito… «Ventimila preferenze sono un gran numero. Ero seconda solo a Pannella. Ho lanciato numerose proposte di legge a tutela della libertà sessuale dei carcerati, oppure contro ogni forma di violenza e contro l'uso indiscriminato degli animali per esperimenti scientifici. Mi sono attivata anche per la depenalizzazione della droga, contro ogni forma di censura, e infine per l’educazione sessuale nelle scuole».

Da diva dello spettacolo a parlamentare.

«Io ho sempre fatto politica, fin da ragazza. Con i miei show, le mie canzoni, ho sempre cercato di schierarmi dalla parte dei più deboli. Avrei tanto voluto essere in Italia nel ’68 per vivere quegli anni fantastici ma arrivai tempo dopo».

Lei iniziò a fare la modella giovanissima…

«Sì avevo 13 anni e fu proprio mia mamma ad accompagnarmi nella prima agenzia di moda. Lei, le amiche, le insegnanti, tutti dicevano che ero una bella ragazza e così tentammo. Fu anche un modo per aiutare la mia famiglia che era di origini modeste. Mi piaceva e ben presto divenni la modella più richiesta di tutta l’Ungheria».

E attualmente, sta lavorando a qualcosa di nuovo?

«Sì e ne sono felice perché sono immersa in progetti davvero affascinanti. Sto collaborando con Mark Kostabi (pittore statunitense, ndr) alla realizzazione di 15 quadri che verranno esposti in varie mostre e gallerie di livello internazionale. E poi mi sono riavvicinata alla musica: dopo tanto tempo, sto incidendo nuove canzoni».

Samuele Govoni

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro