Quotidiani locali

mentre procede la distribuzione dopo i disguidi

«Con l’eco-sacco inizia la nuova era dei rifiuti»

L’azienda: è il primo passo per arrivare alle tariffe personalizzate per ogni utente

CENTO. «Viste le difficoltà legate alla consegna della lettera informativa alle famiglie, relativa ad un progetto che è in un periodo di prova, Cmv non applicherà alcuna sanzione». In attesa di rendere noto il programma di incontri rivolti alla cittadinanza per colmare la mancanza d'informazione, direttore generale di Cmv Servizi Daniele Ceccotto, il presidente Ivana Montanari, Davide Gilli (Cmv Energia) e l'ingegner Francesco Rondelli, intervengono per rispondere ai tanti dubbi posti dagli utenti, in merito all'avvio del progetto del porta a porta per la raccolta dell'indifferenziato su tutto il territorio di competenza. «Visti i problemi emersi – affermano da Cmv – in alcuni Comuni è stata prorogata di un mese la consegna dell'eco-sacco». Si tratta infatti, spiegano di «un percorso in itinere, che partirà da Cento e che verrà esteso in via unitaria e omogenea in tutti gli altri 5 Comuni». Un primo ma decisivo passo verso «l'introduzione nel corso del 2015 della tariffa a corrispettivo, e quindi personalizzata in base ai rifiuti prodotti dall'utente, deciso dall'assemblea dei soci». Lo strumento di misurazione per la raccolta dei rifiuti indifferenziati col porta a porta in tutto il bacino d'utenza, sarà «il bidoncino grigio scuro dotato di microchip, capace di essere letto nell'atto dello svuotamento, dai mezzi di Cmv. Tuttavia, ci vorranno due anni perché quest'ultima fase, che partirà da Cento e proseguirà a Bondeno, Sant’Agostino, Mirabello, Vigarano e infine Poggio Renatico, vada a regime, tra progetti, gare, regolamenti comunali». Così, la decisione d'introdurre un primo misuratore, una «soluzione transitoria per l'applicazione della tariffa puntuale». È l'eco-sacco di colore rosa, «distribuito in maniera contata in base al numero dei componenti del nucleo familiare, per abituare, in maniera graduale e in vista dell'introduzione del contenitore con chip, le famiglie (circa 25mila nel bacino) a raccogliere in maniera attenta e a controllare il volume dell'indifferenziato». Mentre il camper informativo «sta dando i suoi frutti», Cmv è pronta ad «andare incontro alle famiglie, fornendo l'eco-sacco e tutte le notizie utili e a valutare le eventuali situazioni particolari». (b.b.)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon