Quotidiani locali

costi aggiuntivi dalla liquefazione

Sisma, allarme di Unindustria «I rimborsi sono insufficienti»

Procedono a rilento i rimborsi per le aziende del cratere del terremoto e quelli che arrivano sono insufficienti. «Il problema della liquefazione dei terreni, che si fa sentire non solo e non tanto a...

Procedono a rilento i rimborsi per le aziende del cratere del terremoto e quelli che arrivano sono insufficienti. «Il problema della liquefazione dei terreni, che si fa sentire non solo e non tanto a Sant’Agostino e Mirabello, ma per quanto riguarda le industrie, soprattutto nella Pmi di Ferrara Nord, rende molto più costosi gli interventi di adeguamento nei capannoni - spiega Roberto Bonora, direttore di Unindustria - La maggiorazione prevista dalla Regione del 15% è insufficiente, lo dimostra uno studio specifico da noi commissionato, perché le palificazioni devono ad esempio essere di tipo particolare. Stiamo cercando di ottenere finanziamenti non standardizzati, cioè calcolati caso per caso». Il Sole 24 Ore ha calcolato che, a livello regionale, a due anni e sette mesi dal sisma ammontano a soli 204 milioni di euro i risarcimenti già liquidati alle imprese, sull’1,5 miliardi conteggiati. E in vista della scadenza della sospensione del pagamento di tasse e imposte, il 30 giugno, le aziende chiedono più tempo: una proroga di almeno dodici mesi, con una dilazione spalmata su cinque anni. Se non arriverà la proroga, le aziende modenesi e ferraresi dovranno versare la prima rata entro metà anno, e si tratta della bellezza di 770 milioni di euro, secondo le stime dell’Abi.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon