Quotidiani locali

Due aziende d’eccellenza protagoniste all’Expo

La “Perfetta” di Berra è leader mondiale nella produzione di bocce L’Avicola Artigiana è punto di riferimento nella lavorazione del pollame

COPPARO. Due piccole ma innovative imprese locali simbolo dell'eccellenza nei settori manifatturiero e agroalimentare rappresenteranno il settore artigianale dell'Unione Terre e Fiumi nei prossimi mesi di giugno (la settimana dal 25 al 29) e settembre (dal 17 al 21) all’Expo di Milano.

L'annuncio viene dalla Confartigianato della zona di Copparo, e a sottolinearlo sono il segretario locale Lara Pellegatti e dal vicepresidente provinciale di Ferrara, il copparese Paolo Cirelli.

«Si tratta dell'azienda Perfetta di Berra, di cui è titolare Federica Varzella (nonché presidente a Berra della nostra associazione, leader mondiale nella produzione di bocce, che le fornisce per tutte le maggiori competizioni e che lavora soprattutto per l'estero. Sarà nello spazio espositivo Italian Village di via Tortona, (al centro anche nelle rassegne di alta moda) con altre quattro aziende italiane scelte da Confartigianato nazionale per Confartigianato Fuori Expo, ma sempre nell'ambito della grande esposizione fuori Milano con navette per il manifatturiero». La Perfetta sarà presente nel mese di giugno per una settimana.

Invece per l'agrolimentare - ribadiscono con grande soddisfazione i due dirigenti della Cofartigianato - «in settembre sarà presente l'Avicola Artigiana di Mauro Bersanetti (che è anche il nostro presidente di zona) di Formignana, a sua volta azienda leader del Ferrarese nella lavorazione del pollame, che vende in tutta Italia il suoi capi (sono tre milioni l'anno, ndr). Lo spazio ad Expo che vede anche la nostra presenza (e dove il prossimo 20 maggio svolgeremo la nostra assemblea nazionale) è stato deciso come investimento e luogo in cui tradizione e modernità si fondono, nei diversi settori. Obiettivo: far vivere al mondo l'esperienza del made in Italy». Un impegno per il quale «abbiamo investito come associazione tre milioni di euro, per fare incontrare quindi visitatori, ma pure investitori esteri e buyers, domanda ed offerta, dentro e fuori Expo».

Dicono infine la Pellegatti e Cirelli: «Recentemente abbiamo incontrato e fatto conoscere queste aziende locali che saranno in evidenza a Milano a Nicola Rossi, presidente dell’Unione Terre e Fiumi e vicepresidente della Provincia, che ha espresso il suo compiacimento. Come regione Emilia Romagna, in tutto vi saranno ad Expo circa 50 piccole imprese. Da parte nostra abbiamo già raccolto tra l'altro oltre mille biglietti. Con un forte sconto».

Franco Corli

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon