Quotidiani locali

le testimonianze

«Avevo solo questa ed era nuova Adesso cosa faccio?»

LAGOSANTO. «All’Ospedale del Delta tre macchine bruciate e un bel botto». Matteo Schincaglia, è tra i primi a dare la notizia del rogo che nel primo pomeriggio di ieri ha distrutto 4 auto e...

LAGOSANTO. «All’Ospedale del Delta tre macchine bruciate e un bel botto». Matteo Schincaglia, è tra i primi a dare la notizia del rogo che nel primo pomeriggio di ieri ha distrutto 4 auto e danneggiate altre tre. Una scena da lasciare senza parole, stando a quanto hanno testimoniato anche altre persone che ieri si trovavano, chi per lavoro, chi per necessità sanitaria, all’interno dell’ospedale del Delta, e tutti hanno ringraziato che al momento dell’esplosione e del conseguente rogo, nei paraggi ed all’interno delle auto non vi fosse nessuno, altrimenti sarebbe stata una vera e propria tragedia. «L’avevo appena comprata - dice la proprietaria della Clio - avevo solo quest’auto, come faccio ora a spostarmi per stare vicino a mio marito». Poi si è dovuta sedere, per non cedere ad un malore. «Il mio Fiat Scudo lo avevo comprato due anni fa - commenta una giovane donna, mamma di 4 figli, residente a Santa Maria Maddalena - ci carico i miei bambini, tutto quello che posso. Quando ho visto che è andato distrutto, irrecuperabile, sono rimasta senza parole». «A me avevano detto dell’incendio, ed avevo sentito un botto - ha sottolineato una donna residente a Comacchio, proprietaria della berlina Saab - ma ero ben lontana da pensare che si trattasse della mia auto, anche perché stavo assistendo una persona ricoverata . Quando mi sono resa conto che una delle auto distrutte era la mia...».(m.r.b.)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori