Quotidiani locali

L’Asl nel 2013: «Il reparto non chiuderà Abbiamo i numeri e le carte in regola»

«Non è cambiato nulla!». Con questa frase nel febbraio 2013, durante un incontro pubblico, il direttore dell’unità operativa di Ostetricia e ginecologia dell’Ospedale del Delta, Giuliano Guerzoni,...

«Non è cambiato nulla!». Con questa frase nel febbraio 2013, durante un incontro pubblico, il direttore dell’unità operativa di Ostetricia e ginecologia dell’Ospedale del Delta, Giuliano Guerzoni, aveva voluto chiarire una volta per tutte che il reparto da lui diretto «non chiude e non chiuderà e non ha nemmeno subito un declassamento scrematura di servizi offerti alle partorienti». Una spiegazione semplice e chiara di come stanno le cose per mettere a tacere «tutte quelle voci dei “pifferai” che così facendo rischiano di mettere realmente a repentaglio non solo i servizi offerti dall’ospedale, ma anche l’attività futura delle unità operative in questione». Oltre al dottor Guerzoni erano presenti il direttore del Presidio Unico Asl, Dario Pellizzola, il direttore del distretto sanitario Sud Est, Sandro Guerra, il direttore sanitario ospedaliero Antonio Di Giorgio, il direttore dell'unità operativa di Pediatria del Delta, dottor Luigi De Carlo, Rita Sfargeri della direzione infermieristica del polo ospedaliero di Lagosanto. Sandro Guerra ha ribadito che la qualità del punto nascita del Delta non è calata, ne tantomeno è destinata a chiudere.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro