Quotidiani locali

«Lista slegata dai partiti che è al lavoro per la gente»

Angelo Morinelli, candidato sindaco di Goro, è a capo della lista civica “Goro e Gorino... un bene comune”. Ha alle spalle una precedente esperienza come amministratore all’inizio degli anni Novanta....

Angelo Morinelli, candidato sindaco di Goro, è a capo della lista civica “Goro e Gorino... un bene comune”. Ha alle spalle una precedente esperienza come amministratore all’inizio degli anni Novanta. Morinelli capeggia una lista civica trasversale ai cosiddetti partiti tradizionali, è stato particolarmente attivo durante la vicenda della centrale a biogas che sarebbe dovuta sorgere a Goro e che poi non è stata fatta anche grazie alla battaglia del comitato che era stato costituito e che lo ha visto protagonista. «C’è stato un momento in cui mi sono guardato intorno e mi sono chiesto se c’era qualcuno disposto a mettersi in gioco con me per dare vita ad una lista che non fosse influenzata da schieramenti politici. Dovevo trovare 12 persone in gamba disposte come me a mettersi in gioco per la comunità. Le ho trovate e allora mi sono detto: adesso tocca a te, adesso non puoi più tornare indietro. Così è nata “Goro e Gorino... un bene comune”».

Tra le sue priorità c’è la voglia di risolvere i problemi legati alla Sacca di Goro, l’intenzione di abbattere la piaga della disoccupazione femminile e l’idea di incrementare il sistema turistico del territorio perché Goro «è certamente ma non soltanto pesca delle vongole». E sulla nascita di nuove cooperative nel territorio provenienti da fuori, dice: «Questa situazione si è creata per colpa nostra, bisognava impedirla e invece si è voluto dare un po’ il “contentino” a tutti. Una concessione qua, una concessione là e il risultato? Sono cinque o dieci anni che non ce la facciamo più e questo perché? Per mancata volontà di prendere posizione».

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori