Quotidiani locali

ariano ferrarese

Fa esplodere la casa dove abita Convalidato l’arresto

ARIANO FERRARESE. Resta in carcere Mario Bresciani, il 76enne mesolano che all’alba di martedì scorso ha fatto esplodere l’abitazione, in via Marconi ad Ariano Ferrarese, datagli in locazione dal...

ARIANO FERRARESE. Resta in carcere Mario Bresciani, il 76enne mesolano che all’alba di martedì scorso ha fatto esplodere l’abitazione, in via Marconi ad Ariano Ferrarese, datagli in locazione dal comune di Mesola, che l’uomo occupava da ormai 25 anni. Bresciani era stato arrestato martedì, dopo che il pensionato era stato curato per le ferite riportate ad una mano ed un braccio, provocate dall’innesco di bombole a gpl sistemate in casa, per farla esplodere. L’accusa per il 76enne è di incendio doloso aggravato. Ieri, al Tribunale di Ferrara, davanti al legale difensore di Bresciani, l’avvocato Laura Facchini, l’udienza di convalida dell’arresto. Udienza che ha deciso la permanenza del 76enne in carcere fino allo svolgimento del processo, la cui data non è ancora stata fissata. Confermato, anche in sede di udienza di convalida, il motivo per il quale Bresciani ha fatto saltare la casa nella quale viveva, praticamente da una vita; era stanco di vivere lì, una forma di protesta per andar via e cambiare casa. Un’esplosione che ha messo a rischio un’intera via di un paese, creato situazione di pericolo per un quartiere intero. (m.r.b.)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon