Quotidiani locali

i progetti degli assessorati

Dal 2017 in tutta la città i cassonetti a calotta

Alla fine il sindaco ha stappato ironicamente la bottiglia di vino bianco Lageder, nome rinomato dell’imprenditoria vitivinicola altoatesina, lo stesso che compariva come controparte in una causa...

Alla fine il sindaco ha stappato ironicamente la bottiglia di vino bianco Lageder, nome rinomato dell’imprenditoria vitivinicola altoatesina, lo stesso che compariva come controparte in una causa civile appena trattata, con verdetto favorevole al Comune, in Corte di Cassazione. Il brindisi chiude un anno che ha portato alla città, proprio negli ultimi giorni, la notizia (particolarmente apprezzata in Comune) dell’ok all’operazione PalaSpecchi confermato ieri dal Fondo che gestirà l’investimento, assieme però all’annuncio-choc del piano di licenziamento per 400 dipendenti Carife.

Anche per questo motivo non c’era molta voglia di festeggiare ieri da parte della giunta a Palazzo municipale. La conferenza ha offerto la possibilità ad ogni assessore di illustrare l’attività svolta nell’anno e di annunciare i progetti messi in cantiere per il 2017.

Il sindaco Tiziano Tagliani ha ricordato «i brillanti risultati conseguiti in alcune classifiche nazionali» soffermandosi sulle politiche dell’accoglienza («a Ferrara gestiamo quotidianamente 800 immigrati, un grandissimo impegno per noi. Auspico che siano presto modificate le regole»). Un riferimento l’ha dedicato anche alla tragedia dei «4mila bambini di Aleppo che rischiano di morire mentre le potenze occidentali si lamentano senza interrogarsi sulle cause». L’assessore Aldo Modonesi, il più attivo su web e social, ha offerto ai presenti un video di due minuti sui titoli dedicati dalla stampa alla sicurezza in città con sottofondo di sigla da Starsky & Hutch. Così ha presentato i due nuovi acquisti della polizia municipale, i pastori tedeschi Cloe e Aron, da utilizzare nei controlli espletati sul territorio e non solo in zona Gad.

Nel 2016 l’assessorato ha attivato 60 procedure d’appalto, per oltre 25 milioni di euro. Il risultato più notevole, ha osservato Modonesi, è stato raggiunto con l’apertura della Tangenziale Ovest, che ha assorbito il 25% del traffico di attraversamento di via Bologna e via Modena. La restituzione di Casa Miberbi alla città è stato un altro capitolo chiuso con grande soddisfazione. In archivio è finita la riqualificazione di via Saraceno, mentre si punta ai fondi del Ducato estense per mettere mano a piazza Ariostea. In questo scorcio dell’anno sono state bandite le gare per Porta Paola, Palazzo Diamanti e per San Cristoforo. In prospettiva c’è il recupero delle Mura Sud (Baluardi dell’Amore e di San Lorenzo). Il 2017 sarà l’anno della progettazione definitiva della ciclabile per l’ospedale di Cona.

II vicesindaco Massimo Maisto, assessore alla Cultura, ha calcolato in 404.645 il numero dei pernottamenti da gennaio a novembre, uno dei migliori anni per il turismo locale - ha rimarcato - assieme al 2011, 2007 e 2008. «Il 2016 sarà un anno record Ferrara - ha commentato - Stiamo dando una mano alla nostra economia».

L’assessore alla Pubblica istruzione, Annalisa Felletti, ha ricordato il «risparmio importante» che sarà conseguito grazie alla gara espletata per la fornitura dei testi della scuola primaria.

Altro punto saliente, l’accordo sindacale che ha consentito di alluntare gli orari giornalieri e il calendario nei servizi gestiti dalle educatrici comunali. Dal 2017, infine «grazie ad un servizio di sms e mail, riusciremo a migliorare la comunicazione con le famiglie».

La sperimentazione con i cassonetti a calotta, in corso a Pontelagoscuro, compare tra le azioni più significative avviate dall’assessore all’ambiente, Caterina Ferri. «Nel 2017 è previsto l’allargamento della posa dei contenitori all’intero territorio comunale in modo da partire con la tariffa puntuale dal 2018», ha confermato Ferri. L’assessore al commercio, Roberto Serra, annuncia un risultato di cui va fiero: delle 5000 pratiche in carico «è stato trattato il 90%, un risultato conseguito grazie ai processi di digitalizzazione e semplificazione». L’anno ormai agli sgoccioli ha assistito alla riapertura del Baccarà di corso Martiri, dell’ex tabaccheria di piazza Municipale e di alcuni negozi in piazza Travaglio. Serra spera che il bando per la gestione di Bazzi Coloniali quest’anno vada in porto con un esito finalmente favorevole.

La collega ai servizi sociali, Chiara Sapigni, ha citato l’avvio dell’attività dell’Emporio solidale “Il Mantello” che assiste una sessantina di famiglie (129 le persone) e la realizzazione dei 43 appartamenti di social housing aperti in via Bianchi. Undici sono ancora vuoti, un dettaglio degno di attenzione se si considera l’investimento al PalaSpecchi per la costruzione di 268 unità che saranno gestite da Acer con la stessa modalità.

L’impresa più impegnativa in carico all’assessorato allo Sport guidato da Simone Merli è senza dubbio l’ampliamento dello stadio Mazza, per il quale servono fondi e tempi certi. Merli ricorda i lavori, già sostenuti, per il rifacimento delle palestre della Govoni e della De Pisis. La novità è l’avvio alla vita sportiva «per 100 bambini di 100 famiglie disagiate».

Ha lo sguardo puntato sui 18 milioni chiesti per la riqualificazione di una vasta porzione della città, l’assessore all’Urbanistica, Roberta Fusari. Entro la fine del 2016 sarà compilata la graduatoria per l’accesso ai fondi pubblici e ad attendere ci sono progetti da completare come Meis, ex Mof e Darsena.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics