Quotidiani locali

Rimborsi Carife Si punta a togliere i bond dal “tetto”

Le obbligazioni azzerate oggi contribuiscono al patrimonio Bertuzzi: controsenso da sanare. Ex dipendenti, le mosse Pd

È previsto per domani sera il voto decisivo in commissione Finanze del Senato sul decreto Salva-risparmio, con gli emendamenti che mirano a far rientrare almeno un migliaio di azzerati Carife nella procedura dei rimborsi automatici, a sua volta da riaprire, e di conseguenza nel futuro arbitrato. Il Pd ferrarese, dal segretario Luigi Vitellio alla senatrice Maria Teresa Bertuzzi, canta vittoria per l’ormai certa inclusione dei coniugi, conviventi more uxorio e parenti entro il primo grado degli azzerati, e incassa anche l’assicurazione del sottosegretario Pier Paolo Baretta sulla proroga dei termini, «abbastanza stretta, per consentire di chiudere il più presto possibile». Si parla di possibilità di presentare nuove domande fino al 30 giugno, con l’inclusione, si assicura in Senato, delle pratiche dei parenti a suo tempo bocciate dal Fondo interbancario proprio per l’interpretazione restrittiva della legge. Vitellio ringrazia «la squadra dei parlamentari ferraresi Bertuzzi, Boldrini e Bratti», chiede «ulteriori miglioramenti» e li sollecita a porre all’attenzione del governo gli esuberi Carife, «è importante che le alte professionalità presenti non vengano perse»; il segretario annuncia anche la volontà di chiamare in commissione gli acquirenti di Nuova Carife, per discutere dei riconoscimenti agli azionisti sotto forma di warrant.

Bertuzzi, dal canto suo, si sintonizza con le richieste delle associazioni dei risparmiatori, dichiarando «insufficiente» il ritocco al decreto. La senatrice vuole impiegare le ore rimaste prima del voto per un pressing sul governo per includere «anche i parenti di secondo grado, cioè fratelli e nipoti», e cambiare il limite dei 100mila euro di patrimonio. Poiché l’Ue impedisce di toccare questi tetti, l’idea è di svuotarlo sottraendo il valore delle obbligazioni azzerate, che oggi viene invece ricompreso: «Un controsenso che dev’essere sanato - lo bolla la senatrice - nella seduta di lunedì pomeriggio in commissione sarò a sostenere la necessità di ulteriori modifiche». Questa mossa farebbe rientrare nei rimborsi la stragrande maggioranza degli azzerati Carife. (s.c.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare