Quotidiani locali

FERRARA

Marattin sul crac Carife, perchè non si attaccano gli ex potenti della città e gli ex amministratori?

L’esponente Pd risponde alle critiche dei danneggiati: i risparmiatori sono incolpevoli

FERRARA. Non l’ha preso bene, Luigi Marattin, l’attacco della nuova associazione Risparmiatori associati di Carife, che l’ha indicato tra coloro che «hanno sbefanato» i risparmiatori, «li ha presi in giro» e vanno allontanati dal Pd. Così ieri mattina il consulente economico di Palazzo Chigi, più o meno in coincidenza con la pubblicazione sul blog di Matteo Renzi di un suo articolo su spese giudiziarie e spending review, ha diffuso una puntuta replica, di cui ha chiesto la pubblicazione integrale.

«In Sala Arengo si è riunita un'imponente folla di una decina di persone (più o meno gli stessi di quando fanno i cortei) ansiosa di incolpare vari esponenti del Pd (Calvano, Zaghini, Franceschini, Marattin, Bratti ecc) della crisi Carife. Ricordo a tale imponente folla - è il beffardo approccio dell’ex assessore al Bilancio - che nessuno si è mai sognato neanche lontanamente d’incolpare i risparmiatori, ma solo chi ha gestito Carife. Sono loro, tramite quelli che il Procuratore generale di Bologna ha definito “atti criminali”, che hanno bruciato i loro risparmi. Il Pd, semmai, è quello che li ha loro restituiti (a chi era possibile e giusto farlo)".

"C'è da chiedersi - continua Marattin - come mai costoro si guardino bene dal dire una sola parola contro gli ex-potenti della città. Che tipo di legami hanno con loro? Che tipo di riconoscenza? Del resto basta guardare chi presiedeva la riunione di quella decina di persone. Un ex-consigliere comunale Pd il cui atto politico più significativo in tanti anni fu presentare una mozione per fare un cimitero degli animali.

"E che poi si allontanò dal Pd perché, conclusa quella mirabile esperienza, non ebbe modo di continuare a sfornare altre idee rivoluzionarie con altri incarichi pubblici (il riferimento è a Ubaldo Ferretti, ndr). Quindi, cortesemente, torniamo alla cose serie. Ad esempio, preparare un piano credibile per riscuotere la promessa che ci fece Morando (il viceministro dell’Economia, ndr) su un patto territoriale per Ferrara. Magari che includa un nuovo cimitero degli animali, chissà».

Silenzio da parte degli altri esponenti democratici tirati in ballo dal nuovo gruppo di risparmiatori, il cui nocciolo duro è formato da ex esponenti e simpatizzanti Pd, e il cui obiettivo dichiarato è ricreare un clima di fiducia attorno a Carife in vista dell’acquisizione di Bper.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare