Quotidiani locali

Sogni e passioni a passo di danza   

Ad Argenta ragazzi in fila per il provino del concorso “Talenti alla Ribalta”: sul palco del Teatro dei Fluttuanti oltre 550 ballerini per più di 120 coreografie

Se sogno e passione fanno rima con danza Nel video di Fillippo Rubin alcune esibizioni e tante testimonianze, emozionate ed emozionanti, della giornata vissuta al teatro Fluttuanti di Argenta, dove oltre 500 tra ballerini e ballerine hanno partecipato a "Talenti alla ribalta" LEGGI L'ARTICOLO

ARGENTA. Argenta protagonista della grande danza a livello nazionale: questo grazie al prestigioso concorso nazionale “Talenti alla Ribalta”, che per tutta la giornata di ieri ha portato ad esibirsi sul palco del Teatro dei Fluttuanti oltre 550 ballerini per più di 120 coreografie.

Artisti provenienti da tutta Italia, appartenenti a scuole di danza più o meno prestigiose, ognuno con il proprio obiettivo e la propria ambizione; tutti però accomunati da un unico grande sogno: entrare nella grande danza a livello nazionale. Una passione che unisce tutti i partecipanti, dagli appartenenti alle categorie giovani fino ai più esperti, dai frequentatori delle scuole più “quotate” che puntano ad ottenere risultati importanti, a coloro per i quali già solo partecipare equivale a una vittoria.

Una passione che traspare chiaramente dall’impegno e dalla dedizione con la quale i ballerini, emozionati, si apprestano a salire sul palco.


E tanta è l’emozione, specialmente per coloro per la prima volta si sono esibiti su un palco tanto importante. «Per noi è la prima esperienza del genere – afferma Laura Tomasi, una delle tanti insegnanti presenti – siamo molto felici di essere qui». «Aspettative zero – le fa eco Sara, insegnante di un’altra scuola – quello che conta è fare questa nuova esperienza».ù

Non mancano però scuole con ambizioni ben più elevate: «Le nostre bimbe sono andate molto bene – affermano dalla Television Dance – inoltre, noi siamo stati selezionati per svolgere 8 coreografie su Rai 1 a Ballando con le stelle (con tre giovani ferraresi, ndr)».


Questa eterogeneità del livello delle scuole presenti – comunque tutte dalle ottime qualità e ben preparate – è di certo valore aggiunto per la manifestazione secondo la direttrice dei Fluttuanti, Gianna Dirani; «È giusto offrire a tutti l’opportunità di esibirsi su un palco come questo, perché solo in questo modo puoi crescere e potenziare il tuo talento», afferma orgogliosa, ribadendo la valenza internazionale dell’evento.


«Finalmente un concorso qua, questo è un grande orgoglio per la nostra città», afferma entusiasta l’argentana Michela Franceschini, insegnante della locale Contatto Danza.


Un evento ben organizzato, grazie alla regia dell’Associazione culturale Labirinto e Vento di Eventi Asd, con direzione artistica di Diana Cardillo e Maria Meoni. E anche la giuria era decisamente di primo piano: presenti esponenti della danza internazionale del calibro di André de la Roche, Lucia Alves, Mia Molinari, Jhonny Street, e con la partecipazione straordinaria del direttore del Balletto di Milano, Carlo Pesta.

Proprio Pesta ha voluto focalizzare gli allievi su quello che è l’aspetto più importante per realizzare il loro sogno, ossia «l’importanza del lavoro e della dedizione, se si vuole ambire a livello elevati». Che però non è tutto. Fondamentale infatti «sapersi rialzare quando incappi nel primo scoglio; questa è la più grande palestra di vita».


Marcello Ferrari
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore