Quotidiani locali

Vai alla pagina su I delitti di Igor - Ezechiele
le ricerche del killer

Igor la fuga prosegue ma sangue e impronte lo incastrano

Primi esiti delle analisi compiute dal Ris di Parma sui reperti organici isolati durante la indagini. Intanto migliorano le condizioni della guardia provinciale ferita a Portomaggiore, ha subìto quattro interventi chirurgici

Tuscania, armi spianate e spostamenti in gruppo alla ricerca di Igor Strade polverose e campagne, fabbricati dismessi, si muovono in gruppo con le armi spianate. Sono i militari del reparto Tuscania mentre perlustrano i luoghi dove potrebbe nascondersi Igor il russo/Norbert Feher, ricercato per due omicini nel bolognese e nel ferrarese. Il video è di Filippo RubinLEGGI L'ARTICOLO

FERRARA. Si chiude il cerchio, dal punto di vista investigativo, attorno a Norbert Feher alias Igor Vaclavic, il serbo in fuga indagato per gli omicidi di Budrio (Bologna) e di Portomaggiore (Ferrara): le impronte digitali al vaglio del Ris di Parma, isolate nel corso delle indagini, hanno una corrispondenza con quelle contenute nelle banche dati delle forze dell'ordine che identificano 'Igor' associandolo con i diversi alias utilizzati nel corso della sua 'carriera' criminale. Intanto prosegue la caccia all'uomo nelle campagne tra Bologna, Ferrara e Ravenna: impegnati circa 150 militari per ogni turno di servizio con il supporto dei paracadutisti del Tuscania, i Cacciatori di Calabria, e le unità del Gruppo intervento speciale (Gis) per intervenire sia da terra che dall'aria.

Continuano le ricerche tra Argenta e Molinella Il reparto Tuscania in gommone per provare ad individuare il killer in fuga (video Rubin)LEGGI L'ARTICOLO

 C'è identità anche tra il sangue rinvenuto all'esterno del locale di Riccardina di Budrio, dove lo scorso primo aprile è stato ucciso il barista Davide Fabbri e quello estrapolato all'interno del Fiorino utilizzato dall'omicida della guardia volontaria Valerio Verri poi abbandonato nelle campagne di Molinella (Bologna) prima di continuare la fuga a piedi. Il responso fa parte degli accertamenti irripetibili eseguiti dai Ris di Parma su una serie di oggetti (vestiti, cibo, garze e cerotti) rinvenuti sul mezzo rubato e poi confrontati con le tracce isolate nel bar del Bolognese.

I mille volti di Igor/Ezechiele Continua la caccia la killer. Lo cercava anche la SerbiaLEGGI L'ARTICOLO

L'esito delle verifiche scientifiche conferma l'ipotesi, adottata già da giorni da inquirenti ed investigatori, che il killer di entrambi gli omicidi sia la stessa persona. Per entrambi i fatti di sangue è indagato Norbert Feher alias Igor Vaclavic, il serbo ancora in fuga ricercato da giorni principalmente (ma non solo) nella cosiddetta zona rossa: un'area di  circa 40 chilometri quadrati con canali, zone boschive e casolari abbandonati, tra le oasi di Marmorta e Campotto, al confine tra Bologna e Ferrara.
Intanto paralleli all'imponente caccia all'uomo, proseguono gli accertamenti sul materiale trovato nel Fiorino che potrebbero isolare impronte digitali o altri elementi utili a rafforzare il quadro accusatorio.

Caccia a Igor, ex compagno di cella: "E' come Rambo, disposto a morire. In carcere guardava i cartoni" "Igor mi ha sempre detto: 'Non tornerò mai più in galera, piuttosto muoio". E' quanto sostiene in un'intervista a Radio Capital l'ex compagno di cella di Igor Vaclavic-Norberto Feher, l'uomo ricercato per due omicidi nel bolognese: quello del barista di Budrio e una guardia provinciale di Portomaggiore. "Non sono sorpreso che non sia stato ancora catturato: la natura è il suo habitat naturale e lo sta dimostrando" Intervista di Antonio Iovane

Migliorano, intanto, anche se la prognosi resta riservata, le condizioni di Marco Ravaglia, 53 anni, la guardia provinciale ferita sabato sera all'addome e all'avambraccio nella sparatoria in cui è rimasto ucciso Valerio Verri, 62 anni, guardia ecologica volontaria, nella zona di Portomaggiore.
   L'uomo, la cui situazione era stata definita 'critica' dai sanitari al suo arrivo con l'eliambulanza all'ospedale Bufalini di Cesena, ha subito già quattro interventi chirurgici, il primo dei quali nell'immediatezza del ricovero. Non  più in coma farmacologico, ma in una condizione di sedazione controllata, e il decorso viene definito regolare dai medici.


 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon