Quotidiani locali

Vai alla pagina su I delitti di Igor - Ezechiele
ricerche a tutto campo

Pasqua e Pasquetta a caccia di Igor-Norbert, si indaga anche su amicizie femminili

Anche durante le deste sono proseguite le battute nella zona rossa, dove si sospetta anche la presenza di un mitomane in tuta mimetica. Pioggia di segnalazioni in Emilia e Veneto

Rapinato e ferito da Igor: parla la guardia giurata La ricostruzione dell'agguato, l'aggressione, la rapina, la pistola rubata e poi usata per uccidere ancora. La guardia giurata ferita dal killer Igor parla alla Nuova Ferrara. Racconta anche il rientro al lavoro: "Siamo senza tutele".

ARGENTA. Non si è fermata nemmeno a Pasqua e Pasquetta la caccia a Igor-Norbert Feher, il doppio omicida sparito agli occhi delle forze dell'ordine otto giorni fa nell'oasi di Marmorta. Sono proseguite le battute alle quali partecipano 150-200 uomini coordinati dai carabinieri del Tuscania, dei quali una cinquantina utilizzati nelle perlustrazioni palmo a palmo della "zona rossa" di una quarantina di chilometri quadrati, e gli altri nei posti di blocco tutto attorno, per impedire fughe. Moltiplicati per cinque turni, fanno effettivamente quel migliaio di uomini di cui si parla da giorni.

I carabinieri sono convinti che il killer sia ancora nell'area dove sono concentrate le ricerche, ma devono fare i conti anche con una presenza di disturbo. Pare infatti verosimile che alcune segnalazioni provenienti dai dintorni della zona rossa, di una persona in tuta mimetica che compare per brevi corse e poi sparisce nella vegetazione, siano collegabili a un mitomane e non a Igor-Norbert. Gli investigatori lavorano anche sulle cellule telefoniche e sui possibili appoggi del killer. Non si esclude nessuna traccia, neppure quelle che portano ad eventuali possibili amicizie femminili.

Caccia a Igor, le attività commerciali in sofferenza Le ricerche di Igor che si stanno protraendo minano via via le attività commerciali della zona: chi poco, chi in misura maggiore, gli esercenti della zona di Campotto, nel video di Filippo Rubin, portano la loro testimonianza anche del clima che si vive in questi giorni LEGGI L'ARTICOLO

Intanto si moltiplicano le segnalazioni di Igor-Norbert ben al di fuori della zona delle ricerche. "Era sul treno con me" ha raccontato ai carabinieri una ventenne di Chioggia, riferendo di un incontro sul locale Rovigo-Chioggia, che risalirebbe addirittura al 10 aprile. La ragazza ha detto di avere notato una persona che assomigliava molto al ricercato e si trovava nel suo stesso scompartimento. Quando lei ha iniziato ad osservarlo lui ha cambiato posto. Sempre nel Veneto ci sarebbe stato un altro avvistamento la sera dell'11 aprile, in zona Chioggia.

"Ho visto Igor": le segnalazioni  dilagano anche nella Bassa Modenese, finora senza riscontro. E un falso allarme, a Vergiano di Rimini, aveva fatto scattare un blitz già due giorni fa.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro