Quotidiani locali

Nove Pro Loco uniscono le forze 

Obiettivo turismo: a Renazzo presentato il progetto che coinvolge tutto l’Alto Ferrarese

RENAZZO. Con Unpli provinciale un progetto di promozione turistica dell’Alto Ferrarese, che metta in rete le 9 Pro Loco, i Comuni, le realtà economiche e di terzo settore del territorio. Convocata dal presidente Enzo Barboni, a Renazzo si è svolta la riunione del Distretto Unpli Pro Loco dell’Alto Ferrarese. Il vicepresidente della neonata Pro Loco di Renazzo, Lorenzo Guandalini, ha aperto l’incontro a cui hanno partecipato il vicesindaco Simone Maccaferri, il vicepresidente Unpli Ferrara, Carlino Fabbri, il consigliere regionale Unpli Valentino Bega e i referenti delle nove Pro Loco dell’Alto Ferrarese: Cento, Renazzo, Bondeno, Stellata, Poggio Renatico, Diamantina, San Carlo, Mirabello e Madonna Boschi.
«Concordata tra Anci ER e la Regione – ha introdotto Barboni - è stata approvata la “Convenzione Tipo” attraverso la quale Comuni e Unioni possono affidare alle Pro Loco, senza bando, i servizi di informazione turistica, ma anche attività culturali, ambientali, paesaggistiche e degli eventi, compreso la gestione di piccoli musei, biblioteche o teatri. Poi la Regione ha messo a disposizione delle Pro Loco per il triennio 2017-2019, 1 milioni di euro; il primo bando da 350mila euro esce a maggio. E noi dobbiamo accedere a questi finanziamenti presentando entro il 15 giugno progetti, almeno intercomunali, per la promozione del territorio e l’incoming turistico, da realizzarsi poi entro il 2017».
Una progettualità che Unpli regionale ha affidato ad una cabina di regia e progettisti, tra cui il consigliere ed esperto di cultura del cibo Bega. Da qui, l’intenzione di Unpli provinciale di presentare un progetto non solo legato alle Terre del Ducato Estense, ma anche relativo a tutti i Comuni dell’Alto Ferrarese: «Dopo l’ok ottenuto dall’Unione, ho presentato la proposta di progetto di promozione turistica dell’Alto Ferrarese, elaborata da Sipro, al sindaco di Bondeno nonché presidente dell’Unione, Fabio Bergamini. Incontriamo poi le Pro Loco per raccoglierne idee e disponibilità», continua Barboni. Con una mappatura che parte da Cento, dal suo centro storico, dalla Rocca, dal suo carnevale e dal Guercino, e va fino a Stellata, passando per Bondeno, San Carlo e Poggio Renatico. Attraverso servizi all’ospitalità, sportelli informativi e Iat mobili, l’Unpli punta a realizzare itinerari turistici e un programma coordinato per la promozione in rete di eventi di qualità, buon cibo e prodotti tipici, l’offerta culturale, la storia, le risorse artistiche e ambientali, le eccellenze del territorio. Primo step, la convergenza e la disponibilità delle istituzioni locali, come dei privati: «Ben presto la firma del protocollo di partenariato con Coop Alleanza 3.0, mentre Clara ci ha anticipato che destinerà, alle iniziative Pro Loco, 40mila euro annui».
Nel sottolineare l’importanza che la nuova Pro Loco renazzese ricoprirà nell’organizzazione di iniziative in sinergia con il Comune nel territorio, e nel dimostrare l'interesse e l’apertura nei confronti del progetto Unpli e delle Pro Loco, così il vicesindaco Maccaferri: «A Cento, in questo senso, c’è terreno fertile. Ad esempio, stiamo organizzando un palio per la fine della primavera». (be.ba.)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon