Quotidiani locali

accoglienza 

Fabbri (Lega) «Pensiamo ai terremotati del cratere» 

BONDENO. «È notizia di questi giorni: il Governo è a caccia di 4 miliardi e passa per finanziare l’accoglienza dei sedicenti richiedenti asilo, che sta costando una cifra record: dal 2016 a quest’anno...

BONDENO. «È notizia di questi giorni: il Governo è a caccia di 4 miliardi e passa per finanziare l’accoglienza dei sedicenti richiedenti asilo, che sta costando una cifra record: dal 2016 a quest’anno, da 3,4 miliardi è previsto un incremento di 1,2 miliardi. L’ipotesi più gettonata per colmare il gap è un rincaro dell'Iva: quando si stuferanno gli italiani di vedersi mettere le mani in tasca per finanziare l'invasione dei propri territori?». Alan Fabbri, capogruppo della Lega Nord in Regione, sostenendo i sindaci dell’Alto Ferrarese (Cento e Bondeno) davanti alla previsione di nuovi arrivi, allarga l’analisi e punta il dito contro questa esplosione di spesa pubblica.
A proposito di territorio, è dunque forte il “no” da parte di Fabbri a nuovi arrivi nell’Alto Ferrarese: «Toselli e Bergamini ricordano la realtà a un Governo e a istituzioni che colpevolmente continuano a ignorarla: siamo nel cratere sismico - puntualizza il leader del Carroccio emiliano-romagnolo - , ancora in stato di emergenza, con tante famiglie ancora fuori casa. Basta questo a dedurre che non è possibile gravare ulteriormente su questi Comuni, o serve altro? La nostra linea resta chiara: stop alla politica del porte aperte per tutti calata dall’alto dagli esecutivi targati Pd». Poi punta il dito sulle direttive imposte dal Governo e ricorda il “caso Gorino”. «Serve maggior chiarezza da parte di questi organi - attacca Fabbri -, oltre che maggior presenza. Nel cratere il Prefetto di Ferrara non si è mai visto»

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori