Quotidiani locali

FERRARA

Piloni sotto osservazione: tre ponti vietati ai tir

Monitoraggio e controlli, polemica tra Provincia e Lega Nord: mancano i soldi 

Ponti e cavalcavia: degrado in Superstrada Dopo i recenti crolli, ultimo quello di Fossano in Piemonte, un giro per i cavalcavia e i ponti del Ferrarese: nel video il dettaglio di due strutture che interessano la Superstrada a Fossanova San Marco e a Gualdo LEGGI L'ARTICOLO

FERRARA. Emergenza ponti anche nel ferrarese. Gli ultimi clamorosi crolli avvenuti in Italia con tre episodi sconcertanti in sei mesi - avvenuti l’altro giorno a Fossano nel cuneese, sulla A14 a Castelfidardo lo scorso marzo con due morti e a Lecco lo scorso ottobre con il bilancio di un morto e cinque feriti - hanno acceso i riflettori su un problema che non va sottovalutato. La manutenzione delle strutture viarie, soprattutto quelle sopraelevate, è diventata a questo punto una priorità anche se molto spesso bisogna fare i conti, come nel caso dell’amministrazione provinciale, con le casse vuote e fondi non disponibili.

«La nostra opera di monitoraggio e controllo dei ponti stradale di nostra competenza - precisa Massimo Mastella, ingegnere capo della Provincia - continua da tempo. E in alcuni casi abbiamo anche messo dei divieti per il transito ai veicoli di trasporti eccezionali superiori alle 40 tonnellate. A questo proposito abbiamo tre ponti che presentano alcune criticità e sui quali è stato posto questo divieto, mi riferiscono in particolare al ponte sul torrente Idice sulla via Cardinala a Campotto; al ponte sul Volano a Final di Rero sulla strada provinciale del Mare e al ponte sul canale Burana a Bondeno».

Mastella indica anche i ponti sui fiumi che stanno monitorando in particolare quelli sul Po tra Stellata e Ficarolo e tra Ro Ferrarese e Polesella. Proprio quest’ultima struttura ultimamente ha avuto un aumento del traffico pesante, proprio per i divieti imposti ai mezzi di trasporto eccezionale sul ponte di Pontelagoscuro. Ponti sotto controllo anche quelli sul fiume Reno in prossimità dei centri di Argenta e Traghetto.
«Il nostro lavoro di indagine - continua Mastella - era in atto ancora prima dei recenti crolli nazionali, stiamo verificando lo stato delle infrastrutture stradale, a cominciare da quelle più importanti».

Insieme all’Anas sono in corso anche controlli ai vari cavalcavia della Superstrada, in particolare quello di Gualdo che presenta alcune criticità che comunque al momento non pregiudicano la tenuta della struttura. Anche i vari Comuni ferrarese, per le strade di loro competenze in questi giorni hanno intensificato i controlli sulle strutture viarie sopraelevate.

Intanto divampa anche la polemica politica su questa vicenda dei ponti. Il vicepresidente della Provincia di Ferrara, Andrea Marchi, risponde al leghista Nicola Lodi, riguardo lo stato di manutenzione di ponti e strade.
«Viene da chiedersi - replica Marchi a Lodi che aveva criticato il degrado dei ponti - se negli ultimi tempi mentre il Consiglio Provinciale denunciava il vergognoso stato in cui versano le finanze provinciali, a causa di un riforma nata male e morta peggio, il signore in questione fosse sintonizzato su altri canali. Pare oramai informazione evidente e nota ai più la drammatica situazione di emergenza in cui versano le Province italiane, con bilanci bloccati ed in esercizio provvisorio e con la seria difficoltà a garantire i servizi provinciali ai cittadini. Da mesi chiediamo, insieme ai colleghi di ogni schieramento politico, lo stanziamento al Governo di fondi che garantiscano nulla altro se non la manutenzione ordinaria di 5100 scuole superiori statali ed oltre 130 mila chilometri di strade provinciali».

«Oggi - prosegue il vicepresidente della Provincia - sulla scia dell'emergenza di crolli di ponti e di tragedie della strada Nicola Lodi si accorge dell’assurda situazione. Bene, sappia l'esponente della Lega Nord che ben prima di lui la Provincia di Ferrara, insieme ad ogni Provincia di ogni colore e tendenza ha provveduto a presentare un esposto alla Corte dei Conti, alla Procura della Repubblica ed alla Prefettura per segnalare ed illustrare la situazione finanziaria degli Enti incapaci di erogare i servizi assegnati dalla legge ed a cui i cittadini hanno pieno diritto. In materia di esposti quindi, Nicola Lodi arriva buon ultimo. Così come Lodi, anche noi, oltre all'obbligo di amministrare con il nulla, abbiamo quello di denunciare situazioni che non dipendono certamente da noi e con le quali quotidianamente combattiamo per garantire servizi».

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics