Quotidiani locali

l'attacco a manchester

Gli islamici replicano a Negri: "Macchè guerra di religione"

"Qualcuno dica al vescovo di Ferrara che la maggior parte delle vittime del terrorismo è musulmana"

FERRARA. Quel riferimento alla "guerra di religione" proprio non va giù. La comunità islamica di Bologna si indigna per le parole dell'arcivescovo di Ferrara, Luigi Negri, che ieri è intervenuto con toni forti in merito all'attentato di Manchester. In un passaggio, in particolare, l'arcivescovo (che nei prossimi giorni lascerà il posto al suo successore nominato dal Papa, monsignor Giancarlo Perego) ha esortato i "guru culturali, politici e religiosi" a "trattenere le parole" e a "non investirci con i soliti discorsi per dire che 'non e' una guerra di religione". Una frase che fa saltare sulla sedia i musulmani di bologna.

"Non ci stancheremo mai di condannare le atrocità commesse per mano di questi terroristi- scrive su facebook la comunità islamica del capoluogo emiliano- ancora una volta strage di innocenti in Europa e nel mondo. Manchester entra in una lista lunga ormai di città colpite dai portatori dell'ideologia del terrore. Nessuna religione potrà mai giustificare queste barbarie. Forse qualcuno dovrebbe dire al vescovo di Ferrara che la stragrande maggioranza delle vittime del terrorismo oggi sono musulmani. E quindi ci chiediamo, di quale guerra tra religioni parla?".

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare