Quotidiani locali

L'ANNIVERSARIO

I bersaglieri celebrano la nascita del corpo

La ricorrenza si è tenuta domenica mattina nel centro storico di Ferrara davanti a cittadini e turisti

FERRARA. La città domenica mattina ha applaudito la famosa Fanfara in congedo dei bersaglieri di San Donà del Piave  in occasione del 181° anniversario della fondazione del corpo  avvenuta il 18 giugno 1836 per merito del capitano della Guardia reale Alessandro Della Marmora.

La prima tappa del tradizionale evento,  è stata in piazza XXIV Maggio per l’alza bandiera e per gli onori ai caduti ricordati dal monumento donato a Ferrara nel 1993, e poi hanno attraversato di corsa,  come è loro consuetudine, il centro per recarsi in duomo  dove l’arcivescovo mons Gian Carlo Perego ha celebrato la Messa.  Erano presenti le sei sezioni  di Ferrara e Provincia che rappresentano 320 bersaglieri presieduti da Gabriele Strozzi,  le cui origini risalgono  all’ epoca risorgimentale  quando spontaneamente  si formarono  come volontari, a cura di Ercole Trotti Mosti che ne fu il valoroso capitano. Oggi la sezione ferrarese è dedicata alla medaglia d’oro al valor militare  Aurelio Zamboni  morto in Africa nel 1942.

I bersaglieri in centro storico
I bersaglieri in centro storico

Terminato il rito religioso la Fanfara in un elegante divisa bianca accanto ai bersaglieri ferraresi in camicia cremisi ma tutti con il tradizionale cappello con le piume di gallo cedrone,  ha offerto alla città un applauditissimo concerto che si è tenuto sul sagrato del Duomo .

I bersaglieri dalla loro fondazione sono stati sempre presenti a tutte le operazioni di guerra  e di pace  nel mondo , dal Kosovo all’Afganistan , alle guerre nel Medio Oriente . «Attualmente – ha ricordato orgogliosamente Gabriele Strozzi – sono  ancora impegnati sei reggimenti ed una brigata  in vari teatri di guerra».

Margherita Goberti

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics