Quotidiani locali

cento

La guglia ritorna a svettare in cima alla chiesa di San Biagio

Si è svolta la complessa operazione per l'installazione. La via Matteotti chiusa al traffico tutto il giorno 

La guglia è tornata a svettare sulla chiesa di San Biagio Nel video di Filippo Rubin, le spettacolari operazioni per riportare al suo posto l'estremità del luogo sacroLEGGI L'ARTICOLO

CENTO. Da Il campanile di San Biagio torna ad avere la sua guglia. Dopo gli eventi sismici che nel 2012 hanno colpito il Centese, e a cinque anni esatti dal momento in cui è stata smontata dai vigili del fuoco, la guglia è torna in cima alla torre campanaria della Collegiata.

Per portate a termine questa operazione, l'impresa centese AhRCos ha fatto arrivare a Cento una delle autogru più grandi della regione, per l’installazione della cima del campanile di San Biagio, mediante un braccio da 70 metri. Via Matteotti rimarrà così chiusa per l'intera giornata odierna. La guglia, dal peso stimato di 25 quintali, è stat così posizionata all’altezza di circa 55 metri sulla punta del campanile.

«Di tutta l'opera di recupero della Collegiata – spiega Alessandro Battaglia, amministratore unico di AhRCos – è l'operazione più complessa e delicata dal punto di vista ingegneristico e la più rischiosa dal punto di vista procedurale. Per questo, vari ingegneri della ditta saranno presenti per coordinare i lavori».

Per la preparazione del piano d'appoggio, AhRCos ha svolto un intervento di ricostruzione della sommità del campanile: «Dopo essere crollata, la muratura era stata portata a terra nel 2012 dai vigili del fuoco. Noi abbiamo numerato ogni singolo elemento di laterizio che, dopo essere stato averlo ripulito, in base ad un prototipo ricostruito al computer, è tornato al proprio posto. Progetti inoltre sistemi di consolidamento della guglia, inserendo elementi in acciaio e in tessuto di acciaio e carbonio, per far aumentare le caratteristica di resistenza del campanile».

Una volta che la guglia tornerà a svettare sulla città «verranno inserite barre in acciaio, sigillate con adesivi strutturali ad altissima resistenza, per rendere la struttura compatta e monolitica. Nelle settimane successive, una volta valutata la riuscita dell'operazione, si smonterà il ponteggio».

Beatrice Barberini
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista