Quotidiani locali

in provincia

I danni del maltempo, chiesto lo stato di calamità

Il Basso Ferrarese fa i conti e si prepara agli interventi dei prossimi giorni. La Regione vicina alle zone colpite. Bonaccini: pronti a stanziare risorse

Maltempo, a Estensi strade come fiumi La pioggia intensa che ha flagellato il Basso Ferrarese ha allagato totalmente Lido Estensi con strade trasformate in fiumi. (video di Filippo Rubin)LEGGI L'ARTICOLO

OSTELLATO. Ora si contano i danni. I sindaci del Basso Ferrarese, in particolar modo quelli dei Comuni di Ostellato, Mesola, Fiscaglia e Codigoro stanno cercando di tracciare un bilancio della devastazione e di capire quanto è stato fatto e quanto ancora c’è da fare.

leggi anche:


«Il maltempo ha creato non pochi disagi. Diverse aziende agricole di piccole e medie dimensioni sono state danneggiate - spiega Andrea Marchi, sindaco di Ostellato - e alla Bompani una parte di copertura è venuta meno. Anche qualche magazzino comunale e il centro sportivo di Rovereto hanno riportato diversi danni. A Medelana non solo gli alberi ma anche i lampioni sono stati abbattuti dal vento.

Maltempo, devastazione nel Basso Ferrarese Alberi caduti, allagamenti, strade bloccate e macerie. Danni ingentissimi a causa dell'ondata di maltempo che si è abbattuta sul Basso Ferrarese: Massa Fiscaglia, Migliaro e Codigoro e i Lidi sono stati travolti da un violento fortunale con forti raffiche di vento che in alcuni momenti hanno assunto la potenza di una vera e propria tromba d'aria. (video di Filippo Rubin)LEGGI L'ARTICOLO

A Dogato è entrata dell’acqua in un’aula della scuola elementare. La corrente è mancata in un cenitanio di abitazioni ma in tempi abbastanza celeri siamo riusciti a ripristinarla. Gli operai sono al lavoro da domenica per riparare ai danni causati dal fortunale, a quelli si sommano questi. I cittadini - chiude Marchi - dovranno avere pazienza perché di interventi da fare ce ne sono parecchi». L’assessore Bianchi e il presidente della Regione Bonaccini non hanno tardato a far sentire la loro vicinanza ai territori colpiti. «Chiederemo lo stato di calamità naturale perché qui - afferma Gianni Padovani, sindaco di Mesola - la situazione è grave. In tanti per ore sono stati senza corrente, gli alberi caduti non si contano, ci sono strade bloccate, pali della luce divelti, centraline finite in golena. Nonostante gli sforzi c’è ancora tanto lavoro da fare. Da soli non ce la facciamo».

Gli effetti della bufera: "La furia del vento ci ha lasciati senza corrente" Nel video la testimonianza di alcuni cittadini colpiti dagli effetti della bufera che si è abbattuta il 10 agosto in provincia. Qui il racconto di residenti a Mezzogoro (Codigoro) e a Monticelli (Mesola), una delle zone che più hanno sofferto la furia del vento e della pioggia. Tra i danneggiati anche il titolare del distributore di Mezzogoro. Il video è di Filippo Rubin.LEGGI L'ARTICOLO

Per definire lo stato di calamità l’amministrazione ha invitato i cittadini che hanno subito danni ad inviare una mail a sportellounico@comune.mesola.fe.it con documentazione fotografica allegata, oppure a recarsi lunedì in municipio dalle 9 alle 12.30. Nel Comune di Fiscaglia la situazione è analoga. «Una roba del genere qui - commenta il sindaco Sabina Mucchi - non si era mai vista. Non avevamo ancora finito di ripristinare la situazione dopo il fortunale di domenica che è arrivata questa nuova ondata di maltempo. «Le palestre di Migliarino e Fiscaglia hanno subito danni alle coperture, idem il nido di Massa. I muri di cinta del cimitero di Massa e del campo sportivo sono parzialmente crollati e gli alberi divelti. Fino ad ora - chiude la Mucchi - è stato messo in sicurezza ciò che non lo era e poi nei prossimi giorni le ditte lavoreranno per ristrutturare il tutto».

Tempesta a Estensi: "Il tetto stava volando via" Il racconto di Monia Orlandi, in questi giorni a Lido Estensi. "In dieci anni non ho mai visto nulla di simile, uno spettacolo tragico" (video di Filippo Rubin)

Il presidente Bonaccini, relativamente al maltempo ha dichiarato: «Siamo al fianco delle popolazioni. Estenderemo anche a questi eventi la richiesta di stato d’emergenza nazionale e siamo pronti a stanziare apposite risorse». Ieri gli assessori al Turismo, Andrea Corsini, e all’Università e Lavoro, Patrizio Bianchi. «Il maltempo ha colpito aree di fondamentale importanza per l’equilibrio e la sicurezza dell’intero sistema padano- sottolineano gli assessori-. Ci siamo mossi immediatamente per renderci conto di persona e valutare la situazione, faremo tutto ciò che è necessario per garantire il più rapido ritorno alla normalità».


 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics