Quotidiani locali

sant'agostino

Cimitero chiuso per lavori: «Tuteliamo la sicurezza»

Loculi provvisori all’interno del camposanto in vista del restauro. Lodi: estrarremo 421 salme sepolte a terra, interventi che dureranno mesi

SANT’AGOSTINO. Da ieri a domani, compreso, il cimitero di Sant’Agostino situato sulla strada provinciale 66 nel Comune di Terre del Reno resterà chiuso per lavori di “trasloco” di loculi provvisori dall’esterno all’interno del camposanto. «È una decisione che abbiamo preso in via precauzionale - spiega il sindaco Roberto Lodi -. Visto l’ingombro e la pesantezza di questi loculi provvisori non vogliamo mettere a rischio la sicurezza dei cittadini». Le strutture in cemento situate fino a ieri fuori dai cancelli saranno disposte internamente e verranno utilizzate, a partire da settembre, per ospitare eventuali corpi esumati durante la pulizia delle tombe a terra. «Si tratta di una normale procedura che si svolge periodicamente e qui - prosegue Lodi - comincerà il 4 settembre. Verranno riportate in superficie 421 bare. Le salme già cristallizzate (sepolte da almeno 12-15 anni), verranno consegnate alla famiglia e sarà questa a decidere cosa farne. I corpi invece ancora composti, verranno depositati nei loculi provvisori e poi, a spese del Comune, ritumulati».

Non si tratta di un’operazione pratica e veloce perché la normativa prevede che vengano riportate in superficie circa cinque tombe al giorno; questo significa che per ultimare il tutto ci vorranno circa tre mesi. Si arriverà così a fine anno e poi con l’inizio del 2018 si potrà partire con il restauro vero e proprio del cimitero di Terre del Reno che ospita i defunti delle frazioni di Sant’Agostino e San Carlo. «Si tratta di un intervento ordinario che - chiude il primo cittadino - era imprescindibile, soprattutto se si pensa a tutti i lavori che dovranno essere fatti per restaurare il cimitero, adeguamenti antisismici compresi, affinché torni ad essere totalmente aperto e sicuri per tutti coloro che vorranno andare a visitare i propri cari».

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie