Quotidiani locali

Dorme nella piazzola, l’elicottero non atterra

Ferrara, è successo ieri 10 settembre a Cona mentre l’eliambulanza cercava di trasportare un ferito. La vigilanza ha allontanato l’uomo per consentire l’operazione di soccorso. Lega Nord: nessuna sorveglianza e ritardi nell'intervento, l'elicottero ha dovuto restare in volo per altri 10 minuti

L'elisoccorso cerca di atterrare, ma la piazzola è "occupata" L'elisoccorso con a bordo un ferito effettua la manovra di atterraggio ma non la completa e resta in aria. Perché? La piazzola di atterraggio dell'ospedale di Cona è "occupata" da una persona che si è addormetata lì. Nel video si vede tutta la scena con il personale della sicurezza che fanno alzare l'uomo per consentire all'eliambulanza di atterrare

FERRARA. Un fatto curioso, quanto inconsueto, si è verificato ieri pomeriggio nell’area destinata ad elisuperficie dell’ospedale Sant’ Anna di Cona. Come da protocollo operativo una ambulanza si è recata ad attendere l’elicottero proveniente dal pronto soccorso dell’ospedale “Santa Maria delle Croci” di Ravenna per il trasferimento urgente di un paziente, quando il personale stesso dell'ambulanza si è accorto che l’area era occupata da una persona distesa a terra, nonostante il tempo inclemente, che stava dormendo.

Prontamente attivato il servizio di vigilanza interno dell’ospedale è stato informato anche il 113 e si è dovuto attendere alcuni minuti prima che il soggetto si convincesse a spostarsi per consentire all’elicottero di atterrare in sicurezza negli appositi spazi assegnati per le eliambulanze.

L’elicottero, dopo avere atteso in volo la messa in sicurezza dell’area, ha potuto atterrare per terminare il trasferimento del paziente. Sul posto si sono portato gli uomini della vigilanza ed è stata attivata anche una pattuglia della polizia che era stata informata della presenza di un estraneo nella pista di atterraggio dell’elicottero. Un episodio che comunque deve far riflettere sulla necessità di maggiori controlli nell’area dell’ospedale, soprattutto quando si tratta di interventi contro il tempo per salvare vite umane.

"Un episodio sconcertante. Serve chiarezza sulla gestione dell'elisoccorso: a chi spetta garantire la sicurezza del servizio? Chi doveva vigilare sulla pista di atterraggio e non lo ha fatto? Quali sono state le conseguenze del ritardo per il paziente?". Raffica di domande e accuse da parte di Alan Fabbri, capogruppo regionale della Lega Nord, che ha presentato un'interrogazione. E sulla vicenda è intervenuto anche il segretario comunale leghista, Naomo Lodi, che si è chiesto perché manca una recinzione attorno all'area e i motivi dei ritardi dell'intervento: "L'elisoccorso ha dovuto volare per circa 10 minuti prima di poter atterrare". Lodi ha avanzato anche riserve sulla modalità con cui è stato portato via dalla pista l'uomo.

Stefano Balboni
 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie