Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Bet, non ti dimenticherò mai»

Bondeno, commozione per la giovane donna morta per un malore. La lettera di un’amica

BONDENO. «Ti voglio bene, sappi che non ti dimenticherò mai. E non ti dirò mai addio, ma solo arrivederci». La commozione che Melissa affida a un messaggio inviato alla Nuova, testimonia del dolore che ha suscitato l’improvvisa scomparsa di Erzsebet Toth, 32enne di origini ungheresi.

Bet, come era chiamata dali amici, è deceduta venerdì sera a causa di un malore che l’ha colpita a Casumaro, mentre si trovava sola nella casa di una famiglia di sua conoscenza che aiutava per le faccende domesti ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BONDENO. «Ti voglio bene, sappi che non ti dimenticherò mai. E non ti dirò mai addio, ma solo arrivederci». La commozione che Melissa affida a un messaggio inviato alla Nuova, testimonia del dolore che ha suscitato l’improvvisa scomparsa di Erzsebet Toth, 32enne di origini ungheresi.

Bet, come era chiamata dali amici, è deceduta venerdì sera a causa di un malore che l’ha colpita a Casumaro, mentre si trovava sola nella casa di una famiglia di sua conoscenza che aiutava per le faccende domestiche. Il corpo della giovane donna è stato trovato dai proprietari della casa al loro riento e nonostante l’immediato intervento dei soccorritori non c’é stato nulla da fare. La salma è ora all’istituto di medicina legale di Ferrara, in attesa degli accertamenti disposti per stabilire le cause del decesso.

Erzsebet, dopo aver vissuto per molti anni a Sant’Agostino con la famiglia Mazzoni che l’aveva presa in affido, da qualche tempo si era trasferita con la sua famiglia a Bondeno.

E Melissa, la sua migliore amica, vuole ricordare la giovane donna con questa lettera, indirizzata a Erzsebet: «Ciao tata... sono io la tua migliore amica. Te ne sei andata troppo presto ed eri ancora giovane con tanta voglia di fare. Purtroppo non siamo noi a decidere quando la nostra vita finisce e non sono arrabbiata con te ma mi sento tanto triste eri una ragazza con un cuore grande, dolce e sempre con il sorriso stampato sulle labbra».

Con commozione Melissa ricorda «le nostre chiacchierate lunghe che non ci accorgevano neanche che fosse tardi per andare a dormire... io spero che ora tu sia in un posto bellissimo pieno di animali e bambini (quelli che hai sempre amato). Quando ho saputo la notizia mi si è spezzato il cuore e ora voglio dirti queste parole per far capire alla gente che tu eri perfetta così, anche se avevi un carattere duro con la gente io ti ho tenuto così perché mi piacevi com'eri e credimi mi manchi davvero tanto, Volevo dirti tante cose ma non c'è stato il tempo, te ne sei andata via troppo presto, ma spero che mi guarderai da lassù– ho bisogno dei tuoi consigli, su qualsiasi cosa ci azzeccavi. Sappi che non ti dimenticherò mai, ti vorrò sempre bene. Dove sei ora continua a fare quello che stavi facendo qui con me, perché ti rendeva unica».

Maria Teresa Cafiero