Quotidiani locali

Cade dall’impalcatura Grave operaio di 51 anni

Jolanda di Savoia, stava lavorando alla ristrutturazione di un fienile «Siamo usciti e lo abbiamo visto a terra svenuto». Portato via con l’elisoccorso

JOLANDA DI SAVOIA. Grave incidente sul lavoro nel primo pomeriggio di ieri. Un uomo di 51 anni, Graziano Bizzi di Serravalle, stava lavorando alla ristrutturazione di un capannone agricolo ed è caduto dall’impalcatura: probabilmente sbilanciato da qualcosa di pesante che aveva fra le mani, ha perso l’equilibrio, cadendo all’indietro e rovinando al suolo, dove ha battuto la testa.

È accaduto a Jolanda di Savoia, nella traversa 6 di strada Reale, dove sono accorsi un’ambulanza del 118, due oattuglie dei carabinieri e l’elisoccorso.

La vittima dell’incidente è stata stabilizzata e portata all’ospedale Sant'Anna di Cona a bordo del velivolo.

Sul posto due pattuglie dei carabinieri di Jolanda di Savoia che hanno portato avanti tutti i rilievi del caso in attesa dell’arrivo anche degli uomini dell’Ispettorato del lavoro di Ferrara. «Abbiamo sentito un tonfo, siamo usciti e lo abbiamo visto a terra, svenuto - raccontano i proprietari del fienile - Così abbiamo chiamato subito i soccorsi. Che spavento...». L’uomo ha ripreso conoscenza all’arrivo degli uomini del 118 e a quanto pare è rimasto fermo immobile mettendo in pratica quanto indicato dai responsabili in caso di infortuno. La botta alla testa è stata molto forte, anche per questo è stato valutato di portarlo a Cona con l’elicottero considerate le pessime condizioni della strada e l’impossibilità per l’ambulanza di viaggiare alla velocità necessaria nella massima sicurezza. «Non abbiamo capito bene come abbia fatto a cadere - continuano - quando siamo usciti era già in terra». Stando ad una prima ricostruzione, l’operaio sarebbe salito sul ponteggio utilizzando una scala di ferro, di quelle che si agganciano all’impalcatura stessa portando un blocco di materiale pesante. Ed è stato forse il peso a fargli perdere l’equilibrio. «Speriamo che vada tutto bene - aggiungono dalla famiglia che vive nella casa - Abbiamo il cuore in gola. Lui ha detto di avvertire suo fratello, ma di andarci piano perché è una persona sensibile. Era quindi lucido, ragionava».

Sul posto anche il personale dell’Ispettorato del lavoro che assieme ai militari ha cercato di ricostruire l’accaduto. L’uomo è ricoverato sotto osservazione all’ospedale sant’Anna di Cona, dove è stato trasportato con l’elisoccorso.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori