Quotidiani locali

«Più sforzi contro la criminalità»

Ieri riunione del comitato per l’ordine pubblico, il prefetto ha ribadito la cabina di regia negli interventi

«Intensificare gli sforzi per arginare l’emergenza Gad e la necessità di creare una cabina di regia per gli interventi».

Il prefetto di Ferrara, Michele Campanaro, ha ribadito anche ieri la necessità di fare fronte comune e intensificare ogni attività per contrastare il fenomeno della criminalità soprattutto nelle aree più delicate, come la zona Gad.

L’occasione è stata ieri mattina la prima riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocata dal nuovo prefetto, tra l’altro è stato anche l’esordio del nuovo questore Giancarlo Pallini, alla presenza anche del Procuratore della Repubblica Patrizia Castaldini. In esame la verificare dello stato di attuazione delle più importanti novità introdotte dal decreto Minniti con particolare riferimento a quelle di immediata applicazione.

«L’attuale sistema normativo - dicono dalla prefettura - infatti, delinea un’articolata strategia volta ad innalzare il livello della sicurezza urbana delle città del Paese, nella consapevolezza che le criticità rinvenibili nel tessuto dei centri urbani sono il frutto di una serie di concause e che la risposta ai fenomeni che incidono negativamente sulla stessa sicurezza urbana non può essere affidata agli interventi di un singolo interlocutore istituzionale, ma richiede stabili sinergie e forme di collaborazione, in particolare, tra Stato ed Enti Locali».

In questo contesto, l’incontro di ieri ha rappresentato l’occasione per rafforzare sulla città il quadro delle sinergie interistituzionali, tenuto anche conto degli ultimi indirizzi emersi dalla Conferenza Regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza .

Nello specifico, nel capoluogo il “Patto per Ferrara sicura” rappresenta indubbia dimostrazione di una consolidata esperienza di collaborazione istituzionale sui temi della sicurezza urbana. Si tratta, ora, di verificare gli strumenti e i contenuti del Patto, sottoscritto nel 2015, alla luce del richiamato “decreto Minniti”. In conseguenza, il Prefetto Campanaro ha disposto l’immediata riattivazione della cabina di regia prevista dallo stesso documento pattizio, con l’obiettivo primario di acclarare le condizioni per la valorizzazione dei diversi strumenti ed istituti previsti dal d.l. n.14/2017 (dal c.d.“daspo urbano” alle ordinanze sindacali in tema di orari di apertura dei pubblici esercizi; dalle misure in materia di occupazioni abusive a quelle per il contrasto dei reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti), oltre che l’implementazione dei sistemi di videosorveglianza ed il concorso nell’impiego dei servizi cittadini della Polizia Municipale, in relazione alla disponibilità assicurata dal sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani.

Nel corso della riunione di Comitato, un passaggio specifico ha riguardato, inoltre, il Piano coordinato di controllo del territorio, per verificarne, allo stato, la sua efficacia nelle modalità di impiego delle Forze di Polizia territoriali. A tal fine, il Prefetto Campanaro ha disposto la costituzione di un apposito Gruppo di lavoro incaricato di elaborare una proposta di aggiornamento dello stesso Piano coordinato di controllo del territorio. Nell’immediato, inoltre, sono stati intensificati i servizi straordinari di controllo del territorio nelle aree maggiormente degradate della Città, anche con l’impiego di Reparti esterni e delle aliquote militari di “Strade Sicure”.



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista