Quotidiani locali

Due migranti a Lagosanto volontari nell’Auser

Il presidente provinciale: «Siamo un’associazione che cerca di includere» Incontro col direttivo il 9 gennaio. Si discuterà coi soci come faranno i loro servizi

LAGOSANTO. L’Auser laghese ha aderito ad un progetto di inclusione di Asp e amministrazione comunale che prevede l’utilizzo di un paio di ragazzi richiedenti asilo di 19 e 23 anni, di origine ghanese in attività di volontariato, L’Auser di Lagosanto conta 365 soci ma di volontari c’è sempre la necessità nelle varie attività quali la pulizia e cura del verde, in cucina, nella sala ba, nel giardino esterno. Pare che qualcuno dei soci abbia avuto qualche rimostranza verbale di fronte al fatto di utilizzare questi due ragazzi.

«Non è la prima volta che collaboriamo per progetti di inclusione - spiega Elisabetta Tagliatti, coordinatrice del circolo Auser di Lagosanto eletta per il secondo mandato e che rimarrà in carica fino al 2019 - ricordo un progetto per l’inclusione di una decina di ragazzi disabili per un corso di cucina. Abbiamo ricevuto questa proposta – spiega la Tagliatti – ma il tesseramento è scaduto il 30 novembre e quello nuovo inizierà a partire dall’1 gennaio 2018 e senza tesseramento non possiamo utilizzare i volontari per una questione legata alla copertura assicurativa. Abbiamo incontrato i ragazzi e il 9 gennaio si riunirà il consiglio direttivo Auser alla presenza del presidente provinciale Auser Sandro Guizzardi al fine di capire cosa ne pensano i soci e quale sia la loro disponibilità a gestire l’ inserimento dei due ragazzi. Prenderemo atto della decisione della maggioranza»,

«Siamo un’associazione che cerca di includere - esordisce il presidente provinciale Auser Sandro Guizzardi - questo è nel nostro dna e sta scritto ai punti 5 e 6 della carta dei valori universali Auser. L’Auser è un’associazione accogliente per una società multirazziale e per i diritti di tutti. Non è affatto in discussione che questi due ragazzi entrino a far parte della nostra associazione. Faranno i volontari e con i soci discuteremo come svolgeranno i loro servizi. Da altre parti i progetti attuati hanno sempre funzionato - prosegue Guizzardi - penso a Copparo dove sono attivi quattro ragazzi di colore che si occupano della cura del verde, a Vigarano Pieve dove sono sei persone che si occupano del verde, ma anche a Ferrara dove vengono impiegati nei contenitori culturali quali palazzo dei Diamanti e la biblioteca Ariostea. ma anche da queste parti dove con la polisportiva Laghese vi sono tre ragazzi di coloro che svolgono la loro attività ». L’Auser conta sei circoli. Oltre a Lagosanto gli altri circoli sono situati a Massa Fiscaglia, Vigarano Pieve, Goro, Marozzo e Tresigallo mentre sono sediici gruppi che si occupano di altre attività. In pratica Auser è presente in tutto il territorio provinciale ad esclusione di Mesola, Formignana, Berra e nel neonato comune di Terre del Reno. A Marozzo è attivo un gruppo composto da una quindicina di persone che si occupa di tagliere l’erba in darsena che sta cercando di far rivivere l’erbario che è attualmente abbandonato in un magazzino del Consorzio di Bonifica.



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon