Quotidiani locali

Violenza alle donne Formignana partner al progetto del Cdg

FORMIGNANA. Il tema della violenza alle donne è sempre all’ordine del giorno. Per combattere il triste fenomeno da tempo anche nel territorio sono state avviate varie iniziative, le quali vedono in...

FORMIGNANA. Il tema della violenza alle donne è sempre all’ordine del giorno. Per combattere il triste fenomeno da tempo anche nel territorio sono state avviate varie iniziative, le quali vedono in primo fila le istituzioni locali e il mondo della scuola.

Violenza che non riguarda però sole le donne: tocca in particolare anche il mondo dei giovanissimi dove, spesso, purtroppo emergono (in generale e non) alcuni atti di bullismo verso i soggetti ritenuti più deboli o semplicemente “diversi”. Si veda i terribili recenti episodi di Napoli: dove gang di giovanissimi hanno aggredito e ridotto in fin di vita altri adolescenti, i quali non facevano alcunché di male. O il recentissimo caso di una mamma aggredita da teppisti a Torino davanti al figlio, perché li aveva semplicemente invitati a smettere di bestemmiare.

Per arrivare dalle nostra parti, l’episodio della banda (in questo caso d’origine straniera) che ha aggredito dei giovani prima a Voghiera e poi a Tresigallo. Ma episodi di devianza e vandalismo sono stati segnalati pure a Formignana. Fondamentale quindi il ruolo dell’educazione. E così, tornando all’esigenza di combattere in modo specifico la violenza contro le donne, spiega brevemente il sindaco Laura Perelli, «Il Comune ha aderito come partner del progetto del Cdg (Centro donna giustizia) e del Centro Antiviolenza in fase di candidatura in Regione. L’obiettivo - prosegue - è promuovere i temi della parità uomo-donna e delle pari opportunità, soprattutto per le giovani generazioni, come momento di prevenzione e contrasto di ogni violenza e discriminazione. Proseguiamo la collaborazione con il Centro donna giustizia e il Centro Antiviolenza, visto il successo ottenuto con il progetto presentato all'Istituto Don Chendi quest’anno».

Progetto che ha visto diversi incontri svolti a Formignana con alcune classi delle scuole locali, alla presenza di un operatore del Centro Antiviolenza (il dottor Poli di Ferrara), il quale segue anche alcuni uomini “maltrattanti” che cercano di uscire dai comportamenti aggressivi contro le partner o altre persone.

In sintesi, un progetto in sinergia tra vari enti candidato in ambito regionale, che si intende proseguire anche nel 2018, come evidenzia l’adesione di Formignana quale partner. Sempre in paese da due anni, inoltre, c’è una saletta per gli adolescenti, con operatori del servizio civile che svolgono attività specifiche.

Franco Corli

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori