Quotidiani locali

Inferno sulla Romea Morti due camionisti

Schianto frontale fra tir a Casal Borsetti, illeso un terzo conducente Lunghe code e traffico deviato su strade provinciali e comunali

LIDO SPINA . Notte d’inferno sulla statale Romea, quella tra giovedì e le prime ore della giornata di ieri. Appena dopo Lido Spina, in direzione Ravenna, due camionisti hanno perso la vita in uno scontro frontale avvenuto poco dopo le 2.30 all’altezza del km 17, per la precisione tra la rotonda di Casal Borsetti e Ponte Bellocchio.

L’incidente ha visto il coinvolgimento di tre camion: due si sono scontrati frontalmente e uno lateralmente. Il frontale è avvenuto tra un camion con cella frigo che trasportava pesce e procedeva da Venezia in direzione Ravenna, condotto da Marius George Tatar Ciuc, 32enne romeno residente a Mirano nel veneziano, e un secondo camion che viaggiava in direzione opposta alla cui guida c’era Matteo Stirati, 41enne residente in provincia di Perugia. L’impatto è stato fortissimo e i due conducenti sono morti sul colpo.

La statale è rimasta chiusa per ore, con lunghe cose e traffico deviato su percorsi alternativi, creando disagi e problemi anche sulla viabilità minore.

Secondo la prima ricostruzione dei carabinieri di Ravenna, l’autoarticolato guidato dal 41enne, che viaggiava scarico, è finito sulla corsia opposta, forse per un colpo di sonno del conducente anche se non è esclusa l’ipotesi di un malore. Il mezzo, dopo una prima carambola con un rimorchio di un secondo tir che trasportava pollame, si è scontrato con il furgone carico di pesce che era guidato dal cittadino romeno. Illeso il conducente del terzo mezzo coinvolto. L’allarme è scattato immediatamente e sul posto sono intervenuti i mezzi del 118 (due ambulanze e un auto medicalizzata) oltre ai vigili del fuoco e ai carabinieri che hanno effettuato i rilievi per capire l’esatta dinamica dell’incidente.

Stirati lavorava per un’azienda foggiana, il 33enne per un’impresa della città lagunare in cui abitava. I primi testimoni sono rimasti pietrificati, l’impatto tra i mezzi è stato devastante e la scena a chi ha prestato i soccorsi decisamente molto dura. I due autisti sono morti sul colpo, i vigili del fuoco in arrivo da Ravenna hanno impiegato quasi un’ora prima di riuscire a tirare fuori i corpi dalle lamiere. Sul posto anche gli uomini del 118 che però non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

A quanto pare il mezzo guidato dal 41enne ha letteralmente invaso la corsia opposta e non essendoci sulla statale vie di fuga, anche se il 32enne si fosse accorto dell’arrivo del camion non avrebbe potuto fare nulla per evitarlo. Non essendoci sull’asfalto segni di frenata ed essendo rimasto il camion in carreggiata, l’ipotesi principale è che l’incidente sia avvenuto in maniera così improvvisa da non lasciare nemmeno il tempo di rendersi conto di quanto stava accadendo.

I soccorritori parlano di scena apocalittica, complice anche il buio e le dimensioni dei camion rimasti coinvolti. Per fortuna i mezzi in transito sono riusciti a evitare o comunque a fermarsi in tempo. I mezzi sono rimasti sulla strada fino a mattino inoltrato e con le prime luci dell’alba la scena era di quelle che fanno trattenere il respiro.

Non è la prima volta che in quel tratto di statale si assiste a scontri mortali. L’eccessiva velocità su una strada che non permette distrazioni .



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon