Quotidiani locali

Aglio nero fermentato Ecco come si rinnova il bulbo di Voghiera

Prodotto da una start up che unisce agricoltura e tecnologia Il sapore è più morbido e delicato, vicino all’aceto balsamico

C’è un prodotto del nostro territorio che sta prendendo sempre più piede. Si tratta di “Nero di Voghiera”, aglio nero fermentato prodotto da aglio di Voghiera Dop, sinonimo di qualità ma anche di eccezionale dolcezza. Grazie alla lunga fermentazione interamente naturale, basata solo sulla permanenza dei bulbi a temperatura e umidità controllate, i bulbi imbruniscono abbandonando il candore e facendosi eleganti per il palato. Il processo fermentativo trasforma infatti l’aroma intenso in un sapore più morbido e delicato, rende la consistenza degli spicchi più tenera e ne migliora la digeribilità.

Il produttore è NeroFermento, una startup innovativa, nata dall’incontro tra agricoltura e tecnologia ovvero tra A.I. Agricoltori in Erba, società agricola parte del Consorzio Produttori Aglio di Voghiera che da anni si occupa della produzione di Aglio di Voghiera Dop e Res, acronimo di Reliable Environmental Solutions, società cooperativa di Ravenna che opera nei campi delle energie alternative e della valorizzazione di matrici organiche tramite digestione anaerobica.

«NeroFermento - spiega uno dei soci Giampaolo Barbieri - punta a innovare, sperimentare e progredire, alzando giorno dopo giorno i propri standard qualitativi con l’obiettivo di offrire al mercato un punto di vista nuovo, fresco e inedito. Nuovo in termini di possibilità d’impiego dei suoi prodotti, stiamo lavorando anche per essere più forti nel biologico. Ci stiamo espandendo al punto che da una produzione di 100 kg al mese stiamo passando a 1000 kg».

Ma quali sono i principali utilizzi del prodotto? «Abbiamo rapporti forti con più di 20 ristoranti stellati che utilizzano il prodotto per rifinire i loro piatti visto che l’aglio nero non sa proprio da aglio ma più da aceto balsamico. Maggiori informazioni si trovano al nostro sito www.nerofermento.it».

NeroFermento – grazie alle competenze di Res – progetta, sviluppa e realizza internamente la tecnologia necessaria al processo di produzione dei prodotti a marchio NeroFermento e Nero di Voghiera. I prodotti sono il risultato di un iter costante di ricerche e confronto con esperti del settore universitario, della ristorazione e del mondo industriale, durante il quale vengono accolti i suggerimenti e viene sviluppata la tecnologia più idonea ad affrontare una produzione su larga scala di qualità. Con le sue note balsamiche, il suo retrogusto di liquirizia e il colore profondo, l’aglio Nero di Voghiera è eccellente con le carni, delicato con il pesce ed i primi, stupefacente nei dolci.

L’aglio Nero di Voghiera è prodotto esclusivamente con aglio di Voghiera Dop, certificato e tutelato dal Consorzio Produttori Aglio di Voghiera, creato nel 2000 e riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. «Prossima sfida -conclude Barbieri - è la crema d’aglio, un prodotto che punta a essere molto delicato».

Andrea Tebaldi



TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori