Quotidiani locali

Trasloco scolastico Saltano i pomeriggi ma non il doposcuola

A febbraio gli alunni da Dosso si sposteranno a S. Agostino I bambini non perderanno le ore. Nuovo plesso entro l’anno

DOSSO. L’abbattimento delle scuole elementari di Dosso è alle porte, è previsto per febbraio, da stabilire il giorno esatto. Gli alunni che abitualmente frequentano l’edificio scolastico saranno trasferiti a Sant’Agostino per il tempo necessario. Il trasloco non risparmierà qualche disagio. Se per la questione trasporti, tutto sembra essere sotto controllo, restano invece dubbi e perplessità per le ore scolastiche. I rientri pomeridiani settimanali, infatti saranno sospesi. Questo, stando alle dichiarazioni della reggente dell’istituto comprensivo di Sant’Agostino, Anna Tassinari, non dovrebbe alterare l’orario scolastico annuale.

«Le ore che verranno perse con i rientri saranno recuperate in altra maniera ma, alla fine dell’anno, gli studenti non avranno perso ore di lezione perché abbiamo riorganizzato le attività tenendo conto appunto dei lavori che a breve inizieranno», assicura.

Resta da capire però come si risponderà ai disagi, quale “piano B” verrà offerto alle famiglie che potevano andare a ritirare i figli da scuola solo in certi orari. Ad ammortizzare il tutto c’è il doposcuola a Sant’Agostino che resta attivo e funzionante. Ora riaffiorano i dubbi: era davvero necessario demolire e ricostruire le scuole elementari di Dosso o se ne poteva fare a meno? Ormai non c’è più spazio per dubbi. L’edificio verrà abbattuto e ricostruito. L’operazione, che avrà un costo complessivo di oltre due milioni di euro (2.332.155,63), sarebbe potuta partire già a inizio anno ma a causa di alcune lungaggini burocratiche l’abbattimento slitterà a febbraio. Manca poco comunque. Anna Tassinari, dirigente reggente dell’istituto comprensivo di Sant’Agostino, un paio di giorni fa ha incontrato i genitori degli alunni dossesi per spiegare come cambieranno le cose per gli studenti nel prossimi mesi. L’orario scolastico terminerà dunque sempre alle 13.15. Ci saranno navette che porteranno a Sant’Agostino e riporteranno a Dosso gli studenti ma certo, qualche disagio è da mettere in conto.

Secondo la più rosea delle ipotesi i bambini dossesi potrebbero mettere piede nella nuova scuola già a settembre o al massimo a gennaio 2019. Il sindaco Roberto Lodi aveva spiegato che i bambini «verranno ospitati all’interno di laboratori multimediali e moduli provvisori a Sant’Agostino».

E anche la Tassinari ha detto: «Certo qualche disagio ci sarà perché si spostano le abitudini ma faremo di tutto per ridurli al minimo e poi è un momento di passaggio, dopo le cose miglioreranno». (s.g.)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori