Quotidiani locali

comacchio  

Nel canale le macerie del muro di cinta

COMACCHIO. La caduta di macerie lungo il canale di via Agostiniani segnalata più volte da residenti non è riconducibile a problemi strutturali dell’argine, ma al muro di cinta dell’ex-complesso di...

COMACCHIO. La caduta di macerie lungo il canale di via Agostiniani segnalata più volte da residenti non è riconducibile a problemi strutturali dell’argine, ma al muro di cinta dell’ex-complesso di Sant’Agostino, ormai un rudere, in stato di abbandono da decenni. Dopo l’ennesima segnalazione abbiamo voluto appurare la situazione in loco e si è riscontrato che pietre e macerie sono franate dal muro di cinta, come confermato da alcuni residenti, dopo il fortunale del 13 novembre scorso. L’area è tuttavia oggetto di un progetto di riqualificazione, avviato dal Comune nei mesi scorsi, dopo il lancio di uno specifico concorso di idee, i cui termini sono scaduti il 31 ottobre scorso. È stata pubblicata in questi giorni la graduatoria di merito, che ha visto trionfare la proposta progettuale del gruppo formato dall'architetto Antonello Stella. Seconda classificata Annachiara Zarattini e terzo classificato Luca Sgrilli. Secondo il capitolare di gara, l'importo complessivo della realizzazione del progetto, che comprende piano di fattibilità, progetto definitivo ed esecutivo, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, direzione dei lavori e coordinamento per la sicurezza, è pari a 550mila euro. L'obiettivo del concorso di idee punta a riscattare dall'oblio e dal degrado un sito storico, riconosciuto dal Fai tra “I luoghi del cuore”.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori