Quotidiani locali

Raddoppiano le denunce per la notte di paura

Tresigallo, nuovi guai per i quattro autori dell’aggressione ai ragazzini del paese Nella stessa sera avevano minacciato due ragazze sulla Super e a Voghiera

TRESIGALLO. E ora le denunce a carico dei quattro autori dell’aggressione in centro a Tresigallo sono raddoppiate, perché i carabinieri della stazione di Voghiera hanno concluso le indagini sui fatti avvenuti nella stessa sera (ovvero lo scorso 27 dicembre), quando i quattro prima di aggredire i ragazzini in un bar e poi in piazza a Tresigallo, inseguirono due ragazze con la propria auto sulla Superstrada, concludendo la prima parte della loro scorribanda con le minacce ai clienti di un bar del Comune di Voghiera, nel quale si erano fermate in cerca di un rifugio le due ragazze spaventate.

Le prime denunce a carico dei quattro, giovani di nazionalità romena che vivono e lavorano nella nostra provincia, sono arrivate ad inizio settimana, da parte dei carabinieri di Copparo, per i reati di lesioni e furto aggravati. Infatti, oltre a colpire al volto un ragazzino e ad una mano un altro giovane della stessa compagnia, avevano anche rubato una bicicletta. Ad evitare che le cose potessero finire peggio l’intervento del maresciallo dei carabinieri di Tresigallo che, aprendo la caserma (chiusa nelle ore serali), ha fatto fuggire i quattro, poi rintracciati grazie alle telecamere poste nel bar dove tutto era iniziato.

Tutto ma a Tresigallo, perché come avevamo scritto nei giorni successivi, la notte brava del quartetto era cominciata nel Comune di Voghiera, quando inseguirono con un’auto due ragazze sulla Superstrada, per poi arrivare a minacciare i clienti di un bar nei pressi della Super.

Pur non essendo partita alcuna denuncia, i carabinieri di Voghiera che erano stati chiamati sul posto hanno portato avanti le indagini e hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ferrara e per i minorenni dell'Emilia Romagna i quattro rispettivamente di 25, 21, 20 e 17 anni. I quattro sono responsabili, in concorso tra loro, dei reati di violenza privata, minaccia aggravata e danneggiamento. La sera del 27 dicembre per futili motivi hanno inseguito un'autovettura con a bordo due ragazze, tentando più volte di farla uscire di strada sulla Super. Quando poi le ragazze si sono rifugiate vicino a un bar del Comune di Voghiera, i quattro hanno preso a calci e pugni la loro auto, poi hanno minacciato un avventore del bar mentre chiamava i carabinieri, per poi darsi alla fuga e andare a Tresigallo.

Durante la perquisizione domiciliare a casa di uno dei quattro soggetti è stata rinvenuta la bicicletta che era stata rubata proprio a Tresigallo durante l'aggressione. (d.b.)

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori