Quotidiani locali

FERRARA

Bullismo sul treno contro un disabile

Gli aggressori hanno poi imbrattato la carrozza su cui viaggiavano, tre denunciati

FERRARA. Lo hanno minacciato, hanno infierito su di lui prima gettandogli addosso un mozzicone di sigaretta e poi con una violenza verbale in crescendo: lui, un ragazzo disabile che viaggiava con gli altre tre ragazzi sul treno in arrivo alla stazione di Ferrara, ieri pomeriggio, ha pensato bene di avvisare il capo treno. A questo punto i tre hanno perso il controllo, e hanno danneggiato con calci e atti vandalici la carrozza su cui viaggiavano, fino ad utilizzare un estintore imbrattando l’intera carrozza. Scene di ordinario bullismo e vandalismo che sono costate una denuncia ai tre ragazzi da parte della Polizia ferroviaria. Tutto è successo nel pomeriggio quando il personale della Polfer  Ferrara ha ricevuto una segnalazione dal capo treno del convoglio che arrivava  da Codigoro o a Ferrara. A bordo, 3 ragazzi - 2 maggiorenni e un minorenne -  avevano pensato bene di avere  atteggiamenti minacciosi e prevaricatori verso  un loro coetaneo, disabile.

Il personale della Polfer dopo aver  preso  accordi col capotreno, interveniva al momento dell’arrivo del treno, facendolo deviare su un binario all’interno della Stazione  di Ferrara. Nel frattempo la situazione era notevolmente peggiorata in quanto i 3 ragazzi avevano gravemente danneggiato il treno, con calci ed atti vandalici ne confronti delle strutture interne, porte e arredi, fino ad utilizzare un estintore per imbrattare l’intera carrozza ferroviaria.  All’arrivo del treno, il personale della Polfer di Ferrara ha bloccato  ed identificato i 3 ragazzi: M.C., 21 anni, di  Ferrara, S.T. 20 anni di  Jolanda di Savoia e un minorenne  di  Ostellato.

Dalle indagini effettuate nell’immediatezza dei fatti dalla Polfer che i  3 ragazzi, tutti  incensurati, avevano volutamente infierito sul ragazzo disabile gettandogli addosso un mozzicone di sigaretta. Il ragazzo si era diretto verso il capotreno  per chiedere  aiuto ed a questo punto lo avevano minacciato di ritorsioni fisiche, mettendolo in uno stato di soggezione psicologica. Per i disagi arrecati i viaggiatori diretti a Codigoro sono stati costretti a ripartire con un ritardo di oltre 25 minuti. I tre giovani , identificati e controllati, sono stati denunciati  a procura e procura minorile.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori