Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoro
economia

Super macchine agricole un master per i più bravi

Venti i posti disponibili al corso, per i neo dottori 600 ore di tirocinio in azienda. Diventeranno specialisti nella progettazione di veicoli di ultima generazione

FERRARA. Scienziati, forse con una formulazione diversa rispetto a quella che solitamente si dà a questa parola. Ma pur sempre scienziati. Sono i 20 neo laureati in ingegneria e scienze agrarie che verranno scelti per partecipare ad un master di altissimo livello. Obiettivo: formare dei veri e propri super specialisti in ingegneria applicata all’agricoltura, settore ancora tra quelli trainanti della economia ferrarese. Organizzatrice del corso è l’Università di Ferrara, in collaborazione con gli atenei di Modena e Reggio Emilia, e con 200 ore di lezioni che si terranno a Cento. In pratica, come hanno spiegato i promotori dell’iniziativa, si tratterà di laboratori, come detto post laurea, in grado di formare specialisti di altissimo livello capaci di studiare ed applicare le ultimissime novità tecnologiche alle macchine agricole. Macchine agricole sempre più complesse e quindi utilizzate per aumentare anche i profitti dell’azienda che le utilizza. Nelle parole dei promotori (Giorgio Garimberti presidente del consorzio Cento Cultura, Roberto Tovo direttore del dipartimento di ingegneria, Michele Pinelli direttore del master e Massimo Borghi del dipartimento di ingegneria) la consapevolezza di aver organizzato un corso di straordinario rilievo. Si parla di macchine agricole, ad esempio trattori, che arrivano ormai sempre più spesso a costare cifre che si avvicinano ai 500 mila euro.

Anche grazie agli effetti che si spera vengano dal master, il settore agro-industriale sta vivendo in Italia un momento di grande ripresa, con il fondamentale sostegno della Regione. Nuove tecnologie che abbisognano di nuove figure professionali in grado di gestirle. Ecco spiegato il perché di questo super master. Parteciparvi costerà agli studenti 6 mila euro, ma 10 (sui 20) di loro potranno usufruire del voucher della Regione che copre l’intero costo. Studenti che, come hanno rilevato anche Massimo Maisto vicesindaco di Ferrara e l’omologo di Cento, Simone Maccaferri, in maggioranza arriveranno da fuori regione. La scadenza delle iscrizioni è il 28 febbraio. La durata del corso sarà di 1.500 ore, di cui 600 dedicate all’attività didattica, 600 al tirocinio nelle aziende e 300 lasciate “libere” per lo studio individuale. Quasi superfluo ricordare che l’ammissione al master avverrà attraverso una selezione. I laboratori utilizzati si troveranno nelle sedi di Ferrara, Modena e Reggio Emilia. Le specializzazioni più richieste saranno quelle legate ai settori della oleodinamica, dell’elettronica e della meccanica. Al termine del master, il titolo rilasciato sarà congiunto (cioè conferito dalle 3 università).

©RIPRODUZIONE RISERVATA


 

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori