Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Masi, amministratori donano le indennità ai volontari del paese

MASI TORELLO. In un periodo dove i politici non ne hanno voluto sapere di rinunciare ai vitalizi, un bel gesto arriva da Masi Torello, comune di duemila anime, dove il sindaco Riccardo Bizzarri, 50...

MASI TORELLO. In un periodo dove i politici non ne hanno voluto sapere di rinunciare ai vitalizi, un bel gesto arriva da Masi Torello, comune di duemila anime, dove il sindaco Riccardo Bizzarri, 50 anni, la vice Serena Poltronieri e l’assessore Anna Maria Ballarini , eletti con la lista civica Masi Bene Comune, hanno rinunciato alle loro indennità (circa 25mila euro) e la cifra verrà devoluta a varie realtà associazionistiche del comune masese. «Quando nel maggio del 2014 mi sono insediato - spiega lo stesso primo cittadino - mi era stata data l’indennità minima (943,57 euro) poi nel novembre del 2017 è uscita la norma riguardante gli adeguamenti per le indennità e l’amministrazione dovrebbe risarcirmi 17mila euro. Abbiamo studiato a lungo la possibilità di rinunciare a questi soldi assieme alla mia vice e all’assessore Ballarini (a loro spettavano 146 euro al mse invece dei 97 percepiti) ma non è così semplice come si potrebbe pensare donare i soldi spettanti delle indennità. Per fortuna vivo bene con il mio lavoro di commercialista e fin dall’’inizio - prosegue Bizzarri - ha rinunciato a rimborsi chilometrici, carta di credito, telefono. Quando ho saputo che potevo percepire quei soldi avevo già deciso cosa fare, si trattava di trovare il modo per farlo. Già da tempo investito parte del compenso per aiutare la comunità del mio comune nelle varie articolazioni sia la parrocchia, la Pro Loco o altro ancora. Abito a Porotto ma sono molto legato a questa comunità e nel 2019 penso di ricandidarmi». Con il “regalo” degli amministratori verrà rifatto il pavimento della sede del circolo Arci, verrà acquistata un’ auto usata per il trasporto anziani che svolge l’Auser. Altri fondi andranno alle associazioni di volontariato. Mi piace fare il sindaco qui in un posto a dimensione umana. Mi ha migliorato dal punto di vista umano».