Quotidiani locali

Commozione nella comunità

Il centro di Poggio Renatico è stato svegliato ieri mattina all’alba dalle sirene dei vigili del fuoco e dai lampeggianti delle auto dei carabinieri. Un gran trambusto, tanto da fare uscire ed...

Il centro di Poggio Renatico è stato svegliato ieri mattina all’alba dalle sirene dei vigili del fuoco e dai lampeggianti delle auto dei carabinieri. Un gran trambusto, tanto da fare uscire ed affacciare più o meno tutti. Per nome, il signor Fabbio Malvolta non lo conosce quasi nessuno, ma basta dire «l’uomo che girava con il cagnolino» per vedere il viso di tanta gente contrarsi. Sono soprattutto i commercianti che aprono all’alba a ricordarlo. «Ogni mattina portava a spasso il cagnolino - dicono dalla tabaccheria sotto ai portici - Un signore distinto, molto educato e tranquillo. Durante il giorno lo si vedeva poco».

«Lo incrociavo qualche mattina all’alba, prima delle 6 quando venivo ad aprire il negozio - racconta la ragazza della pasticceria - Non ci ho mai parlato, era sempre con il cane». Tutto lo vedevano, qualcuno lo salutava ma la distanza è sempre stata mantenuta. Una sorta di presenza costante e silenziosa la sua, fatta di gesti di persona di altri tempi che però ha sempre mantenuto una certa distanza, lasciando il mondo fuori dalla sua vita. «Ogni tanto veniva a fare la spesa - dicono alcune signore fuori dal market - sempre molto presto, salutava con un cenno del capo». Anche il sindaco Daniele Garuti è rimasto tutta la mattina davanti alla casa.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon