Quotidiani locali

ostellato 

La Shoah e le Foibe spiegate ai ragazzi

OSTELLATO. Proseguono fino al 15 febbraio, nella biblioteca comunale Mario Soldati di Ostellato le iniziative speciali dedicate alle scuole, dal titolo “Per non dimenticare”. Si tratta di una serie d’...

OSTELLATO. Proseguono fino al 15 febbraio, nella biblioteca comunale Mario Soldati di Ostellato le iniziative speciali dedicate alle scuole, dal titolo “Per non dimenticare”. Si tratta di una serie d’incontri a cui partecipano classi della scuola secondaria di primo grado e dell’Istituto Vergani Navarra, con la presenza di oltre duecento ragazzi. Il percorso è occasione di riflessione e approfondimento sui drammi della Shoah e delle Foibe.

Dopo i primi due incontri, svolti lunedì e ieri, sono in programma altri due appuntamenti (venerdì e giovedì 15 febbraio), anche questi arricchiti da immagini e documentari resi possibili dal supporto e dalla collaborazione dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, con la presenza della direttrice Anna Maria Quarzi, intervenuta sulle leggi Razziali del 1938 a Ferrara, del Comitato Provinciale di Ferrara e dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, con la presenza del presidente Flavio Rabar per parlare dell’Esodo e delle Foibe, quando tra il 1943 e il 1954, 350mila italiani hanno dovuto abbandonare il loro paese natale nelle provincie allora italiane di Pola, Fiume e Zara per sfuggire alle persecuzioni e alla pulizia etnica messa in Istria e Dalmazia. Partecipa alle iniziative anche la Fondazione Villa Emma di Nonantola (Mo), con la presenza del presidente Fausto Ciuffi, per narrare la vicenda di solidarietà che 60 anni fa portò la comunità di Nonantola ad accogliere e dare soccorso a settantatrè ragazzi e giovani ebrei, provenienti da Germania, Austria e Jugoslavia, alla ricerca di un rifugio nel nostro paese.

Gli appuntamenti si tengono tutti nella conferenze della biblioteca ostellatese.

TrovaRistorante

a Ferrara Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori